IL GIORNALE DEL PIEMONTE E DELLA LIGURIA – La Sampdoria in vendita tiene in scacco il Ferraris

I lavori di ristrutturazione, spiega il quotidiano, sono stati rallentati. Inoltre, il club blucerchiato non ha ancora firmato la concessione di 90 anni poiché si attende il nuovo acquirente

2675
Anzalone Genoa Ferraris Marassi stadio Luca Maestripieri
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

La Sampdoria non ha ancora firmato la concessione di 90 anni (che dovrà sottoscriverla assieme al Genoa) e i lavori di ristrutturazione subiscono un forte rallentamento che corrono il rischio di non essere ultimati per l’inizio del campionato. Lo spiega stamane Diego Pistacchi su Il Giornale della Liguria: nessuna disdetta, ma tutto si è fermato in attesa della cessione del club blucerchiato da parte di Massimo Ferrero. Lo stesso Stefano Anzalone, consigliere delegato allo Sport del Comune di Genova, ha confermato al quotidiano che il cronoprogramma non è stato ancora rispettato, tuttavia si dimostra fiducioso che la prima giornata di serie A non si disputerà: «Non con tutto lo stadio agibile, magari, ma credo non ci siano problemi a giocare al Ferraris. I lavori al manto erboso sono a buon punto, è stato rifatto il drenaggio ed è in corso la rizollatura. Si erano invece fermati i lavori sugli spalti». Anzalone ha confermato che ora i lavori procedono sulle tribune superiori, inclusa anche la tribuna stampa: «Sì, quella parte credo che non sarà pronta prima di metà settembre, o forse fine settembre».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.