Giovanni Porcella – Il Genoa frena sul più bello

Andreazzoli dovrà prendere in considerazione anche altri giocatori che finora si sono visti pochissimo. Saponara è recuperato, Favilli una mezzora la tiene, Ankersen appare arruolabile

2989
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il Genoa frena sul più bello, cioè perde in casa con l’Atalanta per 2-1 dopo aver pensato di aver raddrizzato il match con il pari di Criscito su rigore. Invece Duvan Zapata s’inventa da fuori area un gran gol che mortifica oltremisura i rossoblù. Il veleno per la squadra di Andreazzoli è tutto nella coda, ma Criscito e compagni escono comunque tra gli applausi. Bene Radovanovic come Mimmo, a tratti Lerager, mentre Pinamonti è apparso stanco mentre Kouamè è andato a corrente alternata. Ghiglione più frenato del solito e quindi sbiadito, ma nel complesso la prestazione generale è stata più che sufficiente. Il Genoa insomma scivola ma l’entusiasmo che lo circonda non si è sciolto neppure al fischio finale. Andreazzoli aveva detto che l’Atalanta avrebbe misurato il valore del Grifone e il campo ha detto, a parte il risultato, che la strada è quella giusta. Ma il tecnico dovrà prendere in considerazione anche altri giocatori che finora si sono visti pochissimo. Saponara è recuperato, Favilli una mezzora la tiene, Ankersen appare arruolabile e altri si vogliono mettere in mostra. Per carità non servono rivoluzioni su un telaio che funziona, che ha imparato lo spartito. Ora la trasferta di Cagliari, altro test contro una formazione meno tecnica dell’Atalanta ma tosta, che potrà dare altro materiale al mister. L’importante è migliorare la fase difensiva e che l’ottimismo non venga meno per questo che sembra essere solo stato uno scivolone.

Giovanni Porcella – Tratto da GrifHouse Primocanale.it

CLICCA QUI PER COMMENTARE L’ARTICOLO SUL BLOG DI GIOVANNI PORCELLA SU PRIMOCANALE.IT

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.