Genoa, 1-1 contro il Nantes. Male l’attacco, emerge El Yamiq

Anche Radu tra i più positivi con due interventi decisivi nel primo tempo

7081
El Yamiq Genoa
El Yamiq (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il primo crash test dell’estate del Genoa è andato bene. I rossoblù hanno mantenuto l’imbattibiltià e sfiorato la vittoria, mancata solo nei minuti finali a causa del gran gol di Lucas Lima. Il primo tempo ha dato molte indicazioni positive ad Andreazzoli, meno la ripresa, con un Genoa poco reattivo e sfibrato dai molti giorni di ritiro. Due prestazioni opposte in novanta minuti, insomma: tipico del calcio d’estate. C’è poco da riposare, però: domani il Grifone scenderà nuovamente in campo contro il Bordeaux, nella sesta amichevole estiva che chiuderà la parentesi francese.

Andreazzoli userà tutte le indicazioni delle partite d’agosto per stilare la migliore formazione per la Coppa Italia. A giudicare da quanto si è visto contro il Nantes, El Yamiq è stato il migliore in campo, assieme a Radu, autore di due interventi nel primo tempo che hanno lasciato intonso il vantaggio di Lerager. Il difensore marocchino è piaciuto nelle due fasi di gioco: attento nella lettura (anticipata) delle situazioni e convincente, senza correre particolari rischi, in impostazione. I compagni di squadra si sono fidati a lasciare palla a El Yamiq che da dietro aveva tempo e spazio per verticalizzare di una ventina di metri. Sembra che l’esperienza a Perugia, con Alessandro Nesta, lo abbia fortificato.

Le note dolenti giungono, invece, dal reparto offensivo. Andreazzoli ha usato ogni interprete nei due tempi ma nessuno ha mai impegnato Lafont. Unico a farlo, a dire il vero, è stato l’attaccante che più di tutti è sul mercato, cioé Sanabria: al 54′ il paraguagio ha rubato palla a Pallois prima di scagliarla di poco alta sopra la traversa, forse con la complicità dell’ex portiere della Fiorentina. Il resto della produzione offensiva del Genoa è stato di tutta la squadra, con un grande sforzo dei quinti di centrocampo, in costante avanzamento oltre metà campo. Anche per loro il primo crash test dell’estate del Genoa è andato bene.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.