Genoa, la probabile formazione: Criscito-Laxalt a sinistra, Piatek in attacco

Ballardini non ha ancora sciolto la riserva se giocare con un centrocampista o con un attaccante in più

5718
Genoa Hiljemark Pandev Criscito Ballardini
Hiljemark, Pandev e Criscito (da Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Come ha anticipato Davide Ballardini durante la conferenza stampa a Villa Rostan c’è solo un dubbio tattico attorno al Genoa. Il tecnico di Ravenna deve decidere se inserire nell’undici titolare un attaccante o un centrocampista in più. Quel che è certo è lo schireamento della difesa, a tre, e un modulo che sarà una variante del 3-4-3 oppure di un più prudente 3-5-2.

Criscito partirà dall’inizio, molto probabilmente come terzo in difesa: in alternativa il capitano puà giocare qualche metro più avanti al posto di Laxalt, non ancora al massimo della condizione. Se Ballardini giocherà con tre centrocampisti (verosimilmente Bessa, Rolon, Hiljemark) la coppia d’attacco sarà formata da Piatek e Lapadula.

Di seguito la probabile formazione del Genoa, tenuto conto degli indisponibili e delle molteplici prove effettuate da mister Ballardini durante le amichevoli estive.

Genoa (3-4-3): Marchetti; Biraschi, Spolli, Criscito; Lakicevic, Rolon, Hiljemark, Laxalt; Pandev, Piatek, Kouamé. All. Ballardini

Questa, invece, l’alternativa 3-5-2: Marchetti; Biraschi, Spolli, Zukanovic; Lakicevic, Bessa, Rolon, Hiljemark, Criscito; Piatek, Lapadula. All. Ballardini

Così il Lecce di Fabio Liverani, ex allenatore del Grifone e delle giovanili, disegnato con un 4-3-1-2: Vigorito; Fiamozzi, Cosenza, Marino, Calderoni; Petriccione, Arrigoni, Mancosu; Falco; Saraniti/Pettinari, Palombi

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.