GAZZETTA DELLO SPORT – Il Genoa resta in attesa per la ripresa degli allenamenti

Il calcio comincia a pensare alla fase 2, quella della ripresa, anche se l'attività non può riprendere subito. Nessuna preallerta per i giocatori del Grifone, così come altri club, ad eccezione dell'Inter

795
Il Genoa in allenamento (Foto Genoa cfc Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

La serie A incomincia a pensare alla fase 2, quella della ripresa dell’attività. Sia chiaro: gli allenamenti non ricominceranno subito poiché l’epidemia di Coronavirus non è ancora terminata ma, come spiega stamane la Gazzetta dello Sport, attorno al 4 maggio i calciatori potrebbero iniziare a indossare la tuta. L’Inter è il primo club che ha richiamato i suoi sette stranieri che venerdì dovranno tornare a Milano: fa solo eccezione Godin che tornerà a inizio settimana. Invece gli altri club sono in attesa per capire meglio quando ci saranno le effettive condizioni per la ripresa: tra questi c’è anche il Genoa che ha cinque stranieri che hanno scelto di trascorrere il periodo di isolamento lontani dalla Liguria. Sono Schöne, danese ma ha base da anni ad Amsterdam con la famiglia, Lerager e Ankersen (Danimarca), Eriksson (Svezia), Ichazo (Uruguay). Da ricordare che anche la Juventus è in attesa: Rugani e Matuidi non sono guariti, mentre Dybala, anche lui contagiato, attende l’esito del nuovo test.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.