L’antologia di Fiorentina-Genoa: e i tifosi prendono la sciarpa

Troppi allenatori che parlano o, peggio, scrivono consigli: e i genoani vanno in trasferta al Franchi

2888
Genoa
Gradinata Nord (Foto Genoa cfc Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Sta diventando pruriginoso parlare di Fiorentina-Genoa. Pruriginoso perché da qualche giorno si sono scatenati circa sessanta milioni di allenatori italiani che dicono o, peggio, scrivono la loro sulla partita. «Il Genoa deve partire forte!». «Macché, parta piano…». Così i più sanguigni: «Aggrediteli, picchiateli, frustateli… di tutto pur di non farli entrare in area di rigore». I tattici: «C’è un solo modo per salvarsi: undici davanti a Radu». Una volta era il verrou svizzero, per noi “catenaccio”, oggi più dinamicamente detto “pullman”. Infine i mediatori: «0-0 al primo tempo e poi la ripresa vada come vada alla luce del risultato dell’Inter».

Non è facile essere tifosi del Genoa in questa settimana di passione. I tifosi contano lo scorrere dei minuti come se avessero tra le mani i grani di un rosario che terminerà alle 20:30 di domenica. Di fianco a simile attesa che consuma come il fuoco di una candela vi è la nascita di un nuovo filone letterario: l’antologia di Fiorentina-Genoa. Sebbene manchino tre giorni alla partitissima del Franchi è in fieri la produzione di una biblioteca di consigli a Prandelli, a Criscito, a Biraschi, a Pandev. Avanti così entro domenica pure l’autista del pullman del Genoa riceverà suggerimenti: sia mai di trovare traffico a Firenze.

Ci vuole calma ed equilibrio. E possibilmente serenità per vivere senza eccessi emotivi l’avvicinamento a una partita di calcio. Con tanto, tantissimo in palio, ma pur sempre una semplice partita di calcio. La dirigenza del Genoa ha commesso molti errori: è evidente anche quanto pesino nell’economia della stagione. Però adesso è giunto il momento più bello di tutti, quello del «prendo la sciarpa e vengo da te». Esattamente come hanno fatto quelle due migliaia di genoani che hanno gremito i pullman di tutti i club ACG. Senza pensare due volte ai risvolti di Fiorentina-Genoa. Siccome sta diventando pruriginoso parlarne.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.