ESCLUSIVA PG, GRESPIGNA: «Ho avuto cura della maglia da vero genoano»

«Ho contribuito in prima persona ad apporre il marchio nel modo meno invasivo possibile» spiega l'ad di Zentiva

2347
Grespigna Genoa Zentiva
Marco Grespigna, ad di Zentiva
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Pianetagenoa1893.net ha intervistato in esclusiva Marco Grespigna. L’amministratore delegato di Zentiva ci spiega come un dirigente-tifoso riesce a coniugare il dovere del lavoro con la passione del Genoa, nata da bambino.

Grespigna, che rapporto la lega con il Genoa? «Sono genoano da sempre e questa fede mi ha legato a Genova, città che ho dovuto lasciare troppo presto per motivi familiari e di lavoro. Ho seguito la squadra per tanti anni, anche in trasferta: ero a Liverpool in quella notte magica di coppa, ero a Firenze contro il Padova, a Ravenna. Ogni volta che posso sono a Marassi e, da “emigrante, sono spesso anche in trasferta. Da tanti anni sono abbonato nei distinti».

L’unione Genoa-Zentiva prosegue. «Stiamo parlando di un’azienda che produce farmaci equivalenti e di automedicazione nata da un farmacista di Praga nel 1488. Zentiva, come il Genoa, coltiva valori e tradizioni adeguandosi ai tempi. Interpretiamo la sponsorizzazione in maniera attiva durante l’anno: per il crollo di Ponte Morandi abbiamo istituito con i farmacisti genovesi un servizio di consegna farmaci notturna rivolto agli abitanti della Valpolcevera; inoltre sosteniamo la Casa del Grifone dell’ospedale Gaslini. Saremo sulle maglie del Genoa per la quarta stagione consecutiva e questo ci porterà ad essere fra gli sponsor più longevi assieme a Levante Assicurazioni (’85-’89) e IZI Play (2010-2014). Il logo di Zentiva è luminoso e bicolore e la prima volta che lo vidi sulla nostra maglia mi venne quasi un colpo. Allora lavorai sull’estetica più da tifoso che da uomo d’azienda».

Tra poco sarà svelata la nuova maglia del Grifone. «Ho contribuito in prima persona ad apporre il marchio di Zentiva nel modo meno invasivo possibile per rispettare la sacralità della maglia. Il logo di Zentiva è di un luminoso verde e azzurro e la prima volta che lo vidi sulla nostra maglia mi venne quasi un colpo. Allora lavorai sull’estetica più da tifoso che da uomo d’azienda. Il Genoa è l’unico caso, dove Zentiva è sponsor, che espone il logo eccezionalmente in blu scuro (o bianco) per rispettare i colori della maglia. Essendo l’amministratore delegato dello sponsor e vero tifoso del Grifo voglio che tutto sia perfetto, nel rispetto della tradizione di entrambe le parti. Anche questo è voler bene al Genoa».

Alessandro Legnazzi

RIPRODUZIONE DELL’ARTICOLO CONSENTITA SOLO PER ESTRATTO PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE: WWW.PIANETAGENOA1893.NET

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.