ESCLUSIVA PG, BJELANOVIC: «Pandev, un fuoriclasse al Genoa»

«Il clima attorno al Genoa è pessimo e questo può influenzare lo spogliatoio» spiega il ds dell'Hajduk Spalato

858
Pandev Bjelanovic
Il tiro di Pandev (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Pianetagenoa1893.net ha intervistato in esclusiva Sasha Bjelanovic, doppio ex di Genoa e Torino, in vista della partita di sabato pomeriggio.

Bjelanovic, secondo lei il Genoa si salverà? «Da tifoso mi dispiace vedere che il Grifone non riesca a trovare la serenità e l’entusiasmo che merita una simile piazza. Una stagione con tre allenatori è sempre negativa, inoltre il clima attorno alla squadra è pessimo e questo può influenzare lo spogliatoio. La classifica non lascia tranquilli ma credo nella salvezza: dispiace aver perso punti con le squadre più piccole. Adesso il campionato va chiuso con i minori danni possibili».

Invece il Toro punta all’Europa. «É il premio alla continuità societaria e alla bravura di un allenatore esperto. Il lavoro sta dando i suoi frutti, meritano d’inseguire le grandi del campionato italiano. Spero di poterli sfidare in Europa League con il mio Hajduk Spalato, significa che la stagione precedente è andata bene».

Quanto ha fatto male la cessione di Piatek? «Il polacco ha fatto la fortuna del Genoa, in tutti i sensi: da direttore sportivo faccio i miei complimenti a chi lo ha portato in rossoblù a un prezzo così basso. Il Genoa ha perso una sicurezza, soprattutto nei momenti di crisi. Sanabria era partito bene poi si è perso».

Diventa sempre più importante il ruolo di Pandev. «Lo reputo un fuoriclasse per il Grifone, il suo passato ricco di vittorie parla per lui. In campo è pericoloso quando punta l’avversario, ha ancora la capacità di risolvere una partita».

Sabato Mazzarri avrà a disposizione solo Belotti in attacco. «La stagione dei ventisei gol ha alzato le aspettative nei suoi confronti. Da fuori mi pare che le critiche non lo abbiano toccato, è sempre sé stesso anche se segna di meno. É inutile dubitare sulle qualità di Belotti».

Alessandro Legnazzi

RIPRODUZIONE DELL’ARTICOLO CONSENTITA SOLO PER ESTRATTO PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE: WWW.PIANETAGENOA1893.NET

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.