Criscito: “Il modulo del Genoa non sarà un problema. Preziosi è carico”

"In attacco ci sono giocatori "leggerini", non Piatek che ha un grande potere fisico" spiega il difensore rossoblù

1842
Criscito
Mimmo Criscito (foto di Genoa CFC Tanopress)

Da Neustift, sede del ritiro del Genoa, è intervenuto Mimmo Criscito. «Con Preziosi ho trovato l’intesa in due minuti. Ho voluto il Genoa senza ascoltare altre offerte; il Napoli mi cercò a dopo l’infortunio di Ghoulam. A gennaio l’ho visto carico, non gli è mai passato per la testa di andare in Serie B: me l’ha promesso e sta mantenendo la promessa. Sono arrivati giovani e gente esperta: il giusto mix per ambire a qualcosa di più della salvezza, faremo un grande campionato. Sarebbe bello giocare in Europa con questa maglia».

Criscito, intervistato da Telenord, aggiunge sul mercato: «Abbiamo giocatori duttili in rosa, come Romulo e Zukanovic. Al netto del ruolo dobbiamo scendere in campo consapevoli che la nostra maglia pesa. Sono sicuro che faremo una grande annata. Per me non sarà un problema giocare a tre o a quattro in difesa. Devo aspettare due settimane di tempo per togliere dei ferri nel piede: al momento dell’infortunio ero tristissimo perché stavo lavorando tanto e bene. Spero di tornare a correre a Brunico e giocare l’amichevole a Bardonecchia».

«In attacco ci sono giocatori “leggerini”, non Piatek che ha un grande potere fisico. Sono certo che questo Genoa sia forte in attacco come in difesa» conclude Criscito