Criscito: “Il modulo del Genoa non sarà un problema. Preziosi è carico”

"In attacco ci sono giocatori "leggerini", non Piatek che ha un grande potere fisico" spiega il difensore rossoblù

1855
Criscito
Mimmo Criscito (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Da Neustift, sede del ritiro del Genoa, è intervenuto Mimmo Criscito. «Con Preziosi ho trovato l’intesa in due minuti. Ho voluto il Genoa senza ascoltare altre offerte; il Napoli mi cercò a dopo l’infortunio di Ghoulam. A gennaio l’ho visto carico, non gli è mai passato per la testa di andare in Serie B: me l’ha promesso e sta mantenendo la promessa. Sono arrivati giovani e gente esperta: il giusto mix per ambire a qualcosa di più della salvezza, faremo un grande campionato. Sarebbe bello giocare in Europa con questa maglia».

Criscito, intervistato da Telenord, aggiunge sul mercato: «Abbiamo giocatori duttili in rosa, come Romulo e Zukanovic. Al netto del ruolo dobbiamo scendere in campo consapevoli che la nostra maglia pesa. Sono sicuro che faremo una grande annata. Per me non sarà un problema giocare a tre o a quattro in difesa. Devo aspettare due settimane di tempo per togliere dei ferri nel piede: al momento dell’infortunio ero tristissimo perché stavo lavorando tanto e bene. Spero di tornare a correre a Brunico e giocare l’amichevole a Bardonecchia».

«In attacco ci sono giocatori “leggerini”, non Piatek che ha un grande potere fisico. Sono certo che questo Genoa sia forte in attacco come in difesa» conclude Criscito

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.