Ci sarà il successore del “retrocessore” Boselli?

I tifosi del Genoa attendono un idolo che, come l'attaccante argentino, regali la vittoria "in casa" nel derby da quell'ormai mitico 8 maggio 2011

1247
Mauro Boselli, ex Genoa (Floto Valerio Pennicino/Getty Images)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

La domanda (meglio: l’auspicio) serpeggia nella tifoseria del Genoa: mercoledì prossimo nel derby ci sarà il successore del “retrocessore” Boselli? L’argentino decise all’ultimo secondo quella stracittadina giocata “in casa” dal Grifone l’8 maggio 2011. Un ricordo bellissimo, ma che è ormai tempo che vada rinverdito e aggiornato con un’altra prodezza. I supporter rossoblù attendono un idolo da celebrare, come fu il centravanti che con il suo gol spedì praticamente in serie B la Samp. La situazione è però completamente diversa da allora: c’è in palio la supremazia cittadina, obiettivo importante che vale forse più di uno scudetto, menaggio incluso verso gli avversari.

La targa di via Paolo Boselli a Genova, trasformata dai tifosi genoani in quella del “retrocessore” Mauro Boselli (Foto Pianetagenoa1893.net)

E chi potrebbe rivestire questo ruolo prestigioso che potrebbe lanciarlo nella storia gloriosa del club più antico d’Italia? La lista è lunga, iniziando da capitan Criscito (sarebbe il coronamento della sua lunga carriera in rossoblù), passando per gli attaccanti Destro, Shomurodov, Scamacca, Pjaca, Pandev, ai mediani Strootman, Zajc, Badelj, Rovella, agli esterni Zappacosta, Ghiglione, Czyborra, ai difensori Goldaniga, Masiello, Radovanovic e tanti altri. Anzi, potrebbe essere decisivo, come accaduto in passaggio, anche un giocatore poco in forma o in ombra a cui la dea Fortuna affidi l’alto compito di lanciare in rete il pallone decisivo della disfida della Lanterna o, se preferite, della madre di tutte le partite. Fin qui giunge l’auspicio: tra due giorni toccherà al terreno di gioco del Ferraris l’importante e, si spera, favorevole sentenza per i colori rossoblù. Passo e chiudo!

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.