Boito e il suo storico gol al Cesena compiono quarant’anni

Era il 24 maggio 1981, il Genoa di Simoni ipotecò la promozione in Serie A

2643
Boito Martina Onofri Genoa
Boito, Martina e Onofri (foto della famiglia Fossati pubblicata da Claudio Onofri)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il 24 maggio 1981 il Genoa allenato da Gigi Simoni battè 1-0 il Cesena di Bagnoli: il gol fu realizzato di testa – cross di Claudio Sala – dal più piccolo della compagnia, Francesco Boito. Tale vittoria alla quintultima giornata spalancò le porte della Serie A al Genoa che la domenica successiva pareggiò a Foggia e poi batté il Catania (Cesena ko contro la Lazio) e l’Atalanta a Bergamo, con una carovana di quindicimila grifoni al seguito, e infine il Rimini. Nella stessa domenica 24 maggio ’81 la Sampdoria batté la Lazio che il Grifo raggiunse in classifica: i tifosi rossoblù ringraziarono del “favore” blucerchiato scrivendo a caratteri cubitali “Grazie Rumente” sotto la sede della Samp, allora sita al civico n. 33 di via XX Settembre. Genoa e Cesena terminarono ex aequo il campionato a 48 punti, alle spalle del Milan, ma entrambe volarono in Serie A.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.