Bani: «Vittoria e porta inviolata. Slancio per le prossime gare»

Il difensore del Genoa: «Due cose importanti in una gara non decisiva, ma molto, molto importante per noi e siamo stati bravi a farci trovare pronti»

1905
Mattia Bani (Foto Genoa Channel)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

«E’ stata una partita difficile, ma abbiamo avuto una grande soddisfazione». Ai microfoni di Genoa Channel, Mattia Bani ha raccontato la vittoria rossoblù sul Bologna, sua ex squadra. «Abbiamo vinto e non abbiamo subito gol: due cose importanti in una gara non decisiva, ma molto, molto importante per noi e siamo stati bravi a farci trovare pronti» ha proseguito il difensore del Genoa.

Quanto avevate bisogno di una vittoria come questa? 

«Tanto. C’era voglia di tornare a vincere in casa, cosa che non accadeva dalla prima giornata, in cui io non c’ero ancora. Siamo contenti, speriamo che ci dia slancio per affrontare le prossime partite».

Quanto è difficile giocare contro una punta atipica come Palacio? Come l’avete preparata in difesa?

«E’ difficile, visto che l’anno scorso l’ho provato sulla mia pelle: è un giocatore importante. Il Bologna ha tanta qualità davanti: però penso che abbiamo disputato una partita quasi perfetta dietro, abbiamo concesso davvero poco, ricordo un tiro di Orsolini nel primo tempo quasi dal limite dell’area. Siamo stati attenti: la cosa fondamentale è che ci vede anche il mister».

La strada è quella giusta, il gruppo c’è, la squadra c’è, adesso bisogna ripartire da qui…

«E’ un punto di partenza e bisogna migliorare: dobbiamo magari essere più bravi quando abbiamo palla. E’ vero che oggi non c’era un campo perfetto: era dunque una partita da giocare più con la testa. L’importante era la vittoria».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.