Gasperini: “A Cagliari dovremo conseguire un rendimento migliore delle ultime 5 giornate per raggiungere obiettivi importanti”

Il tecnico rossoblù sprona i suoi in vista della difficile trasferta di sabato in Sardegna e conferma la linea verde in difesa: Bocchetti, Criscito e Sokratis. Riguardo al futuro, Gasperson ha espresso «la volontà  e la speranza di restare al Genoa

25
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Continua la preparazione del Genoa nel quartier generale del “Pio XII-Campo Gianluca Signorini” in vista dell’anticipo di sabato contro il Cagliari. Nel primo pomeriggio consueta conferenza stampa del tecnico rossoblù Gianpiero Gasperini. «Sappiamo che affronteremo una delle formazioni migliori di questo campionato – ha spiegato il mister – perché la squadra di Allegri gioca bene e raccoglie molti punti, grazie anche delle buone individualità. Credo che siano queste le realtà che andrebbero evidenziate nel nostro calcio, mentre invece si parla sempre delle stesse squadre». Riferimento che spinge Gasperson ad affrontare la debacle delle formazioni europee in Champions League. «Questo rappresenta un brutto segnale – continua il coach di Grugliasco – anche se le compagini italiane sono state un po’ sfortunate. Purtroppo è un periodo che le nostre squadre sono in fase calante, mentre in altri paesi europei sono in grande ascesa». Al Sant’Elia, mancheranno gli squalificati Biava, Ferrari e Thiago Motta, mentre Vanden Borre non dovrebbe farcela a recuperare per sabato. Spazio dunque alla linea verde in difesa con il trio Bocchetti, Criscito e Sokratis. «Sono molto fiducioso dei giovani che abbiamo – sottolinea Gasperini – e sono convinto che potranno mettere in mostra tutti i miglioramenti che hanno già fatto rispetto al girone di andata». Sulla formazione probabile l’innesto di Francesco Modesto, come si fa sfuggire il mister: «può essere che giochi, mentre dall’altra parte ci sarà Mesto o Rossi».

Mancano dodici giornate alla fine del campionato ed il trainer rossoblù precisa: «Adesso comincia un mini campionato che vedrà tutte le formazioni sulla stessa linea, considerando che non ci sono più le coppe europee. Credo che chi avrà maggiore freschezza mentale possa raggiungere obiettivi importanti. Per quello che ci riguarda sappiamo che se vogliamo raggiungere un traguardo d’eccellenza dovremo dare qualcosa di più rispetto a queste ultime cinque giornate, anche se è inutile negare che alcuni infortuni ci hanno penalizzato, come per esempio a Diego Milito che non è al massimo della forma». Prima di andare a dirigere l’allenamento a porte chiuse, Gianpiero Gasperini ha puntualizzato che «al momento è impossibile parlare di programmi per la prossima stagione, e tutto sarà rimandato a giugno. Da parte mia c’è la volontà e la speranza di restare al Genoa dove mi trovo bene ed ho la possibilità di allenare al meglio, però se mi rendessi conto che dovessi dare fastidio o che non fossi più apprezzato, meglio andar via un giorno prima che uno dopo. Comunque il rapporto tra il sottoscritto ed il presidente è molto forte per tutto quello che abbiamo costruito insieme».

Fulvio Banchero

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.