Pedullà: «E’ finita la fiducia di Preziosi per Prandelli»

Il giornalista scrive sul suo sito: «Certo, poi ci sarebbe da capire come ripristinare i rapporti tra il direttore sportivo Donatelli e lo stesso Ballardini, si sono lasciati malissimo. Ma questo è un altro discorso, l’unica cosa sicura è che fiducia del presidente verso l’attuale allenatore è già finita»

6957
Preziosi Prandelli
Preziosi con Prandelli a Pegli (Foto Genoa cfc Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

«La fiducia è finita, un classico di casa Preziosi. La fiducia nei riguardi di Cesare Prandelli, ovviamente». Alfredo Pedullà scrive sul proprio sito che il rapporto tra il tecnico e il presidente del Genoa è ormai concluso. Secondo il giornalista esperto di calciomercato «l’esonero non è ancora un decisione presa, ma siamo su quella strada. Preziosi ritiene che il Genoa abbia avuto un’involuzione, magari bisognerebbe aggiungere che Piatek non è stato sostituto con un centravanti di ruolo. Ma ora il Genoa pensa a difendere i 5 punti di vantaggio sull’Empoli e non può più permettersi di sbagliare».

Pedullà prosegue: «Il ritorno di Ballardini andrebbe ben oltre le parole di Preziosi dopo il suo esonero lo scorso ottobre (disse “è scarso, non sa mettere i calciatori in campo”). Ma sarebbe un modo per ricompattare l’ambiente, almeno per provarci, considerato che tra i tifosi e Preziosi siamo ben sotto il minimo sindacale». E conclude con un retroscena: «Certo, poi ci sarebbe da capire come ripristinare i rapporti tra il direttore sportivo Donatelli e lo stesso Ballardini, si sono lasciati malissimo. Ma questo è un altro discorso, l’unica cosa sicura è che fiducia di Preziosi verso l’attuale allenatore è già finita. E se Prandelli restasse, sarebbe sorprendente: di solito quando Preziosi decide va fino in fondo».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.