PRIMOCANALE – Il Genoa va a caccia del direttore sportivo, intanto Sheva a Udine è ancora senza bomber

Giovanni Porcella: «Con l'Udinese serve una partita coraggiosa, agonistica contro una formazione con buoni giocatori»

7257
Shevchenko Tassotti Behrami Sturaro Genoa
Shevchenko e Tassotti osservano l'allenamento (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Non recupera nessuno Shevcenko. Il tecnico del Genoa (foto per gentile concessione Genoa CFC) nella trasferta difficile e importante a Udine resta in emergenza con le spalle al muro. Pandev, Bianchi, Ekuban e Buksa sono i sopravvissuti dell’ecatombe medica. Sheva costretto a inventarsi qualcosa, ma cosa? Hernani e Vanheusden stanno un po’ meglio e potrebbero partire titolari dopo tanto tempo ma anche quando erano titolari non hanno mai inciso in campionato. Con l’Udinese inutile piangersi addosso. Serve una partita coraggiosa, agonistica contro una formazione con buoni giocatori e soprattutto fa un alto valore fisico. Intanto la società continua a lavorare pensando al futuro.

Intanto il club con un annuncio sui social ha annunciato una sorpresa nel segno del nuovo per venerdì creando attesa tra i tifosi che pensano ad un ritorno di Milito come dirigente ma non necessariamente solo quello. Il presidente Zangrillo e l’establishment statunitense stanno cercando il nuovo direttore sportivo da affiancare a Taldo già nominato qualche settimana fa. Sabatini pare in vantaggio anche perché il dirigente del Bochum Schindzielorz ha risposto di non smentire e nemmeno di confermare la proposta del Grifone. Invece il presidente del club tedesco ha detto che a lui non risulta niente e che non vede un futuro da quello attuale del suo ds.

Giovanni Porcella – Tratto da Primocanale.it

CLICCA QUI PER COMMENTARE L’ARTICOLO SUL SITO DI PRIMOCANALE

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.