Ecco il Göztepe, prossimo avversario del Genoa

I giallorossi, turchi di Smirne, hanno dalla loro parte un campionato vinto ma anche recenti problemi finanziari. Oggi giocano nella massima serie, da neopromossi, con Gouffran in attacco

57
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Affascinante cittadina della Turchia occidentale, Smirne prende il nome dal greco antico: il termine “smyrna” era usato per indicare la mirra, e già da qui si comprende l’importanza del porto che rende tuttora possibili gli scambi commerciali. Il bacino di merci transitate è sufficiente per fare di Smirne il più affollato porto turco per quel che concerne l’esportazione, una sorta di Genova dell’est. Ma c’è anche la storia ad accomunare la città turca al capoluogo ligure, sicché nel 1261 divenne proprio una colonia genovese. Poi verrà ceduta agli ottomani e passerà sotto la dominazione dell’Impero, ma questa è un’altra storia.

Quello che interessa a noi è il Göztepe Spor Kulübü, squadra della città nonché prossima avversaria del Genoa in amichevole. Si tratta di una polisportiva, dunque possiede anche altre sezioni (ad esempio pallacanestro o nuoto) ma la branca calcistica è la più rilevante e attualmente milita nella terza divisione turca. Fondata nel 1925, unitasi all’Izmirspor e successivamente staccatasi da esso, ha una storia gloriosa specialmente tra 1963 e 1971 (quando vinse due Coppe di Turchia e una Supercoppa, partecipando peraltro a 7 edizioni consecutive delle coppe Europee). Il palmarès del club può poi vantare una Süper Lig risalente al 1950, quando cioè il Göztepe si laureò campione.
Così come nel caso del Genoa il nuovo millennio non è stato benevolo, perché ha portato con sé una drammatica crisi economica: dal 2002 al 2008, in sei anni, sono arrivate altrettante retrocessioni. La squadra si era perfino trovata a lottare nel campionato amatoriale, prima che il presidente di allora venisse mosso dall’orgoglio e decise di riportare in alto la società: sono arrivate due promozioni consecutive, poi una risalita tale che nel giugno 2016 c’è finalmente stato il ritorno nella massima divisione, la Süper Lig, nella quale milita tuttora.

I giallorossi, a discapito dei recenti problemi, hanno una buona rosa, stimata dal portale Tranfermarkt in poco più di 25 milioni. In porta ci si affida al 26enne Güvenç, ex Besiktas, mentre la difesa può contare su Benjamin Fuchs (tedesco ma trapiantato in Turchia) e il centrocampo poggia sulle spalle dell’ex nazionale Selçuk Şahin e del capitano Akin. Le stelle sono davanti: il tecnico Tamer Tuna dispone infatti di Nabil Ghilas (ex promessa del calcio algerino, passata anche per il Porto) e Yoan Gouffran. Appena acquistato dal Newcastle, il francese è uno dei prospetti migliori che il calcio transalpino poteva vantare: poi si è un po’ perso, specie nel passaggio in Inghilterra, ma resta da tener d’occhio.

La gara si giocherà domani alle ore 17.00 presso il Centro Sportivo di Fulpmes, a pochi chilometri da Neustift.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.