Serie A, girone di andata: Genoa, spettatori in aumento (+3.1%). Segno negativo per la Samp (-3.9%)

Secondo lo studio dell'Osservatorio calcio italiano il Grifone occupa l'ottavo posto con oltre 21600 spettatori in media nelle prime 19 giornate di campionato

673
Lo striscione in Nord per Emilio Parodi (Foto Genoa cfc Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Aumentano le presenze negli stadi della Serie A. Al termine della 19esima giornata la media degli spettatori nella massima serie (25.500) registra un incremento del 3.2% rispetto il dato finale dello scorso campionato (24.706). Si tratta del miglior dato registrato nell’ultimo quinquennio: +14.8% rispetto al 2016/17 (22.217), +14.9% rispetto al campionato 2015/16 (22.234), +15.5% rispetto al 2014/15 (22.083).

Per il quarto anno consecutivo l’Inter conferma il primato degli spettatori durante le gare casalinghe (62.281) con un aumento dell’8.3% rispetto il dato finale dello scorso campionato (57.529). In seconda posizione i cugini del Milan che collezionano una media presenze pari a 52.977 incrementando dello 0.5% il dato finale della passata stagione. Terzo gradino del podio per la Juventus con una media spettatori pari a 40.020 in aumento dell’1.8% rispetto all’equivalente della stagione 2017/18. Nella top five anche Roma e Lazio. Per i giallorossi all’Olimpico una media di 38.556 spettatori con un aumento del 2.9% rispetto il dato finale dello scorso campionato. In positivo anche la sponda biancoceleste del Tevere: con 34.603 presenze la Lazio registra un incremento dell’11.6% rispetto alla stagione 2017/18.

Nelle prime dieci posizioni crollano le presenze allo stadio “San Paolo” di Napoli (32.356, -24.9%) mentre si registra un netto incremento degli spettatori allo stadio “Artemio Franchi” di Firenze (31.457, +20.6). Segno positivo anche per Genoa (21.602, +3.1%), Bologna (21.257, +1.7%) e Udinese (20.711, +15.7%). In controtendenza le presenze interne del tifo blucerchiato: allo stadio “Luigi Ferraris” durante le gare casalinghe della Sampdoria si registra un calo del 3.9%. In aumento invece gli spettatori allo “Stadio Atleti Azzurri d’Italia” di Bergamo (18.786, +4.8%).

Lo rileva il Report n. 5/2018 elaborato da Osservatorio Calcio Italiano (www.osservatoriocalcioitaliano.it) sulla base del database online di Stadiapostcards (http://www.stadiapostcards.com/).

E’ la Juventus la compagine che richiama il maggior numero di spettatori avversari: con i bianconeri in campo si è registrato, finora, il miglior dato stagionale a Verona (Chievo V.), Empoli, Firenze, Frosinone, Stadio “Giuseppe Meazza” di Milano (Milan), Parma, Stadio Olimpico “Grande Torino”, Udine.

Il sold out dello stadio “Giuseppe Meazza” di Milano in occasione del derby Inter-Milan registra finora il miglior dato stagionale di spettatori presenti (78.275).

“Se da un lato l’aumento degli spettatori rappresenta un dato positivo dall’altro i recenti gravissimi episodi di violenza rappresentano un segnale preoccupante. L’obiettivo di riportare il tifo sano allo stadio è stato ampiamente centrato”, spiega Roselli Simone Giornalista Responsabile di Osservatorio Calcio Italiano, “ora vi è la necessità civica e sportiva di debellare il problema dei facinorosi. Come organo che da quasi dieci anni è impegnato nel sostenere e divulgare la ‘Cultura dello Sport’ ci mettiamo a disposizione degli organi preposti, di tutte le componenti sane del tifo e dei colleghi giornalisti al fine di aprire un tavolo per avanzare proposte e trovare una soluzione condivisa e definitiva. Un primo importante passo” – prosegue Roselli Simone – “potrebbe essere l’accelerazione nella realizzazione degli stadi di proprietà con una stretta sinergia tra società di calcio e forze dell’ordine nonché la totale messa in sicurezza degli impianti attuali, nel rispetto degli standard qualitativi europei”.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.