Sconcerti: «A questo punto anche Napoli-Genoa va rigiocata»

Il celebre giornalista a Radio Kiss Kiss Napoli: «Anche perché gli azzurri hanno disputato una partita contro una squadra malata»

7924
Koulibaly Biraschi Behrami Napoli-Genoa
Biraschi, Behrami e Koulibaly

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

«Allora io dico che a questo punto anche Napoli-Genoa va rigiocata, anche perché gli azzurri hanno disputato una partita contro una squadra malata». Lo ha affermato Mario Sconcerti, firma di rilievo del giornalismo sportivo italiano, durante un’intervista ai microfoni di “Radio Goal” su Kiss Kiss Napoli, emittente ufficiale del club azzurro. Ecco la sintesi del suo intervento.

CONTAGIATI – «Se andiamo a vedere i contagiati non giochiamo più in Serie A, parlare solo di Juventus-Napoli è poco lungimirante. Qui si parla dell’impossibilità di andare avanti, se andiamo a scovare i positivi non giochiamo più. Comportandosi così quante partite potremo giocare? Mi chiedo il Napoli potrebbe giocare le prossime partite?».

Sconcerti
Mario Sconcerti (Foto Roberto Vicario da Wikipedia)

ASL – «Se diamo tutto in mano alle ASL non ne usciamo più e non finiamo più il campionato. Ripeto, non esiste un Covid che passa in una settimana. Trump non è guarito, l’hanno mandato a casa, si curerà alla Casa Bianca».

NAPOLI-GENOA DA RIGIOCARE – «Allora io dico che a questo punto anche Napoli-Genoa va rigiocata, anche perché gli azzurri hanno disputato una partita contro una squadra malata. Non capisco quale sia il problema se i due giocatori sono stati messi in isolamento, cosa cambia rispetto al prossimo sabato? La situazione è intricata. Dobbiamo convivere con questa situazione. Non preoccupatevi a Napoli, non danno il 3-0 a tavolino, altrimenti già l’avrebbero dato…».

 

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.