Juric:”Abbiamo segnato ma non è bastato. Ora testa a Spal e Sampdoria”

Il tecnico del Genoa:"Il Napoli è una grande squadra, è un piacere vederlo giocare"

60
Ivan Juric (Foto VINCENZO PINTO/AFP/Getty Images)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Nonostante le reti di Taarabt e Izzo il Genoa esce sconfitto dal Ferraris ed è costretto a rimandare la prima vittoria casalinga della stagione. A far sperare nell’impresa è l’attaccante marocchino che dopo aver ricevuto palla da Galabinov segna con un diagonale su cui non può nulla Reina al quarto minuto di gioco. A tarpare le ali al Grifone ci pensa il numero 14 partenopeo Dries Mertens. Il giocatore belga infatti si rende protagonista di due splendidi gol: uno su punizione e uno da fondo campo a pochi passi da Perin. Suo è anche il merito per la rete dell’1-3, ma ad impedirgli di portare a casa il pallone è l’intervento estremo di Zukanovic che porta all’autorete del difensore sulla sua ultima conclusione. Nel finale di gara Izzo riaccende la speranza nei tifosi rossoblù con un’incornata vincente su assist di Rigoni, ma Lapadula è poi sfortunato a non trovare il gol su un’azione simile a quella che aveva portato alla doppietta di Pellegri contro la Lazio. Al termine della partita il tecnico del Genoa Ivan Juric ha parlato ai microfoni di Rai Sport:

“Abbiamo avuto reazione, abbiamo segnato, ma non è bastato. Il Napoli è una grande squadra, è un piacere vederlo giocare. Ora noi abbiamo due gare importanti con Spal e Sampdoria in cui dobbiamo raccogliere tanto”

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.