ESCLUSIVA PG, Briaschi: “Pandev è un grande professionista. Le sue qualità sono indiscutibili”

L'ex di Genoa e Cagliari: "Credo che se il Genoa sarà quello visto negli ultimi tempi non dovrà avere molti problemi a portare a casa la partita, ma il Cagliari ha più bisogno di punti. Sarà una partita da prendere con grande attenzione"

67
Briaschi
Massimo Briaschi (dalla sua pagina FB)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Termina a Bologna la serie positiva di tre vittorie del Genoa di Ballardini, con i rossoblù costretti a tornare a casa a mani vuote e pieni di lividi per i colpi dell’ex Destro e di Falletti. Una gara, forse, che alla vigilia avrebbe promesso un pareggio comodo per entrambe, ma, come tutti sappiamo, nel calcio niente va come previsto. Ciò che rende ancor più pesante la sconfitta in terra felsinea sono i risultati arrivati dagli altri campi che hanno reso ancora più corta la bassa classifica: i ragazzi di mister Semplici hanno accorciato le distanze sul Grifone vincendo per 2-3 a Crotone, mentre l’Hellas ha affondato il Torino con la doppietta di Valoti. Adesso è tutto riaperto. Sette posizioni sono racchiuse in soli 11 punti. Indizio che porta a presagire un’agguerritissima lotta per la salvezza. Ora il Genoa è atteso nella sfida più importante, quella in cui deve dimostrare davanti al proprio pubblico che col Bologna è stato solo uno spiacevole inconveniente. Nella prossima giornata di Serie A Tim, infatti, il Vecchio Balordo affronterà tra le mura amiche del Ferraris il Cagliari di Lopez, reduce dalla bruciante cinquina partenopea, in un avvincente scontro diretto fondamentale per allontanarsi ulteriormente dalle sabbie mobili della zona retrocessione. In vista di questo incontro, i microfoni di Pianetagenoa1893.net hanno raggiunto il doppio ex e procuratore sportivo Massimo Briaschi.

 

Come le sembra il cammino fatto fin qui dal Genoa di Ballardini?

 

“Splendido, mi sembra. Un cammino importante che ha rimesso in piedi un po’ tutte le cose, quindi è stato molto bravo”

 

Lei ha giocato sia con la maglia del Genoa, sia con quella del Cagliari: prossimo avversario atteso al Ferraris. Cosa si aspetta da quella partita?

 

“È una partita importante. Soprattutto per il Cagliari che ha bisogno di fare punti. Sarà una partita molto delicata. Credo che se il Genoa sarà quello visto negli ultimi tempi non dovrà avere molti problemi a portare a casa la partita, ma il Cagliari ha più bisogno di punti del Genoa. È una partita da prendere con grande attenzione”

 

Dopo i risultati dell’ultima giornata di Serie A la lotta per la salvezza è diventata ancora più combattuta

 

“La classifica si è accorciata, perchè la vittoria della Spal con il con il Crotone è stata la partita che ha rimesso in moto un po’ tutto, ma ci sono anche squadre a 23, 24, 25 punti che sono dentro a questa classifica. Quest anno, oltre alla lotta per il titolo, sarà avvincente anche quella per non retrocedere”

 

Quando, secondo lei, il Genoa potrà definirsi al sicuro dalla zona retrocessione?

 

“Credo che sia fuori da questi discorsi. la matematica bisogna raggiungerla, ma penso che il Genoa abbia dietro squadre con qualche problema in più”

 

Cosa mi può dire sulla seconda giovinezza di Pandev?

 

“Pandev è un giocatore che tra l’altro ho portato io in Italia dal torneo di Viareggio all’Inter. È un giocatore che aveva e ha grandi qualità tecniche. È un grande professionista, perchè sennò alla sua età non riesce a mantenere un rendimento così grande. Poi le sue qualità sono indiscutibili”

 

Due parole sulle prime della classe: chi vede più favorita alla vittoria del titolo tra Juventus e Napoli?

 

“Non saprei dire, perchè il Napoli non molla di una virgola. È una macchina perfetta. Sta facendo delle cose a Napoli mai viste, però dietro c’è la Juventus: una squadra abituata a vincere e con grandi potenzialità. Non saprei proprio su chi scommettere”

 

 

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.