Una spallata ai sogni di salvezza del Genoa: occorre svegliarsi in fretta

La crisi del tecnico non risale alla sconfitta di oggi a Ferrara: le statistiche riportano che su 47 partite ufficiali, il 49% sono state perse dal Grifone

65
Marco Liguori (Pianetagenoa1893.net)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il Genoa perde con la Spal a Ferrara, Ivan Juric è a rischio esonero. Abbiamo visto oggi, miei cari amici genoani da Boccadasse al Mato Grosso, la prestazione sconcertante del Grifone che è scivolato nuovamente nel baratro della retrocessione. I rossoblù avevano iniziato discretamente, mangiandosi però un gol nei primi minuti, per poi crollare contro un avversario dotato di tanta buona volontà e di grinta (quella che manca purtroppo ai Grifoni) ma di una pochezza tecnica disarmante. Si sono notate (e non è la prima volta) le indecisioni del tecnico sui cambi: Pandev rimasto a riscaldarsi a lungo e poi è entrato dopo il gol di Antenucci, Veloso prima chiamato a entrare in campo e poi ritornato in panchina. Gran finale: i quattro attaccanti schierati in campo che si sono vicendevolmente pestati i piedi, senza portare alcun costrutto alla manovra offensiva. In più, un possesso palla del 60% inutile e lezioso: 12 tiri totali di cui 5 in porta, contro i 5 degli emiliani di cui 4 verso Perin. Il trittico di partite settimanali ha portato un solo punto contro il Milan: transeat contro il Napoli in lotta per il primato, ma contro i rossoneri non si è osato e oggi a Ferrara la prestazione della squadra è stata men che mediocre. E’ bene che la squadra si svegli: altrimenti potrebbe essere troppo tardi per agguantare la salvezza.

Tuttavia la crisi di Juric parte da lontano. Ce lo illustrano le statistiche del nostro Alfonso Magno. Per cominciare, il tecnico croato ha collezionato la seguente media in tutte le 47 gare ufficiali disputate da quando siede sulla panchina del Genoa: vittorie pari a 25,53%, stessa percentuale per i pareggi e il dato pesante per le sconfitte (48,94%). Un dato davvero preoccupante: circa il 50% di gare perse dalla scorsa stagione ad oggi. Prima dell’esonero aveva collezionato 7 vittorie, 7 pareggi e 13 sconfitte. Dopo l’interregno di Mandorlini, Juric ha ottenuto appena 4 vittorie, di cui una in Coppa Italia, 4 pareggi e 11 sconfitte. Le statistiche recitano che, fra tutti gli allenatori del Genoa, è al 58º posto per percentuale di gare vinte. Un esempio: a parità di gare (47), Ballardini ha una media vittorie e di pareggi del 34,04% ben superiore a quella dell’allenatore croato.

E’ una serie di dati molto preoccupanti: alle porte c’è il derby, contro la Sampdoria che è al sesto posto con 20 punti. Passo e chiudo!

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.