Amici genoani: ghe semmu!

Oggi nasce il primo sito d'informazione che racconterà  il pianeta Genoa, composto dalle sue tre anime: la società , la Fondazione e i tifosi

65

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Amici genoani ghe semmu! Oggi nasce Pianetagenoa1893.net, il primo sito d’informazione della realtà rossoblù, composta da tre realtà distinte, ma legate indissolubilmente dalla “genoanità” che non è altro che l’amore e l’orgoglio per la squadra più antica d’Italia. E per farlo saremo in tre: oltre a me, ci sono due validi professionisti noti al pubblico genoano, Claudio Baffico e Fulvio Banchero, che da lungo tempo seguono le vicende del Grifone.

La prima componente “planetaria” è la società, guidata dal suo presidente Enrico Preziosi che l’ha rilanciata dal “purgatorio” della serie C1 e della B fino a raggiungere le prime posizioni della classifica. Lo stesso numero uno rossoblù ha dato vita alla seconda componente del Pianeta genoano, la Fondazione Genoa che propaganda i valori della cultura calcistica del grifone e che custodisce il grande patrimonio della storia del calcio italiano. L’ente diretto dai due reggenti, i professori Andrea D’Angelo e Sergio Carbone, ha dato vita al primo museo sui pionieri dell’italica pedata, a cui il Genoa ha fornito un contributo determinante. La seconda tappa del progetto culturale della Fondazione sarà costituito dal Museo di tutti i genoani, alla cui costruzione tutti i tifosi potranno contribuire anche con i propri cimeli e ricordi personali.

Ed infine arriviamo alla terza componente del Pianeta rossoblù, i tifosi: cuore pulsante e motore inesauribile della passione verso la propria squadra. Un amore che va dal club internazionali (come quello di Amsterdam) fino a piccole realtà come Tosse, frazione del comune di Noli in provincia di Savona, che esalta la sua “genoanità” con una bandiera posta nella strada principale e la scritta “rossoblù” all’ingresso dell’abitato. Ma la tifoseria si distingue per la sua correttezza e compostezza da prendere come modello. Un episodio per tutti: i cori di sostegno al Napoli mentre il Genoa vinceva 1-0 al San Paolo. Si dirà: ma le due tifoserie sono gemellate. Non importa: è comunque un vero esempio di grande sportività verso la squadra azzurra piombata in crisi. Il comportamento esemplare della tifoseria genoana l’ho notato personalmente anche sabato scorso in occasione di Genoa-Inter: mi sono recato in gradinata Nord dove si respirava un’aria di festa, purtroppo rovinata (ma solo in parte) dalla sconfitta contro l’Inter. E a proposito dell’esito della partita, bisogna puntare ancora una volta l’indice contro gli ennesimi errori arbitrali, curiosamente sono sempre a sfavore del Genoa, e hanno esasperato gli animi dei tifosi e del presidente Preziosi. Forse il Grifone è una sorta di scomodo pretendente alle prime quattro piazze destinate alla qualificazione in Champions League: se Inter, Milan, Juventus, Fiorentina (con al seguito Roma e Lazio) hanno intenzione di giocare un campionato tutto per loro, lo affermino semplicemente, così se ne costituirà un altro. E a proposito di errori arbitrali, questo sito si batterà per l’introduzione della tecnologia in campo, indispensabile per la loro possibile eliminazione nell’era del calcio a scopo di lucro.

Rivolgo un appello a tutti i tifosi a inviare le proprie opinioni e suggerimenti a redazione@pianetagenoa1893.net e a partecipare ai sondaggi su temi di attualità: contribuiranno a rendere questo sito sempre più ricco e interessante.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.