Juric: “Il Genoa può dire la sua. Come giocheremo? L’importante è la mentalità”

Il tecnico spiega: “Non ho ancora preso la decisione sul portiere. Pandev e Hiljemark li vedo per la prima volta oggi assieme al gruppo”

1328
Ivan Juric durante la presentazione (Foto Pianetagenoa1893.net)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

“La Juventus gioca un calcio di gran livello, il migliore da quando c’è Allegri. Hanno fatto acquisti importanti e mirati, ma allo stesso tempo sono convinto che possiamo dire la nostra”. Così Ivan Juric nella conferenza stampa che precede la partenza verso Torino dove il Genoa affronterà la Juventus lanciata verso il record di vittorie consecutive in campionato. I rossoblù ripartono da una squadra che il mister conosce bene avendola battuta sia da calciatore che da allenatore: “Il loro tratto distintivo è la mentalità, sono impressionato dalla capacità che hanno di  far capire ai loro giocatori cosa vuol dire giocare in bianconero. Come scenderemo in campo? Non conta il modulo, secondo me la cosa più importante è come si interpreta il gioco”. Il tecnico ammette: “Non ho ancora preso la decisione sul portiere. I moduli contano, di base abbiamo ottimi attaccanti. Credo nel gioco globale di squadra in cui partecipano tutti i giocatori. Pandev e Hiljemark li vedo per la prima volta oggi assieme al gruppo”.
Il mister ha poi proseguito: “Abbiamo giocatori di valore e attaccanti di livello, sarebbe un errore lasciarli fuori. 3-5-2? Si riparte dalle due punte”.
Sulla condizione della squadra: “Ho idea di dove voglio arrivare, ma per farlo bisogna andare gradualmente. Ho trovato un buon gruppo, una squadra che sta bene e con grande disponibilità. Con le caratteristiche dei giocatori che abbiamo in rosa credo che punteremo su un calcio veloce in verticale”.
Sul suo ritorno alla vita di campo: “Sono tornato a fare quello che mi piace. Quando ero fermo sentivo la mancanza del calcio, ciò che amo di più”.
Juric ha concluso: “Sabato mi aspetto di vedere tradotto in partita ciò che abbiamo provato in queste sue settimane di allenamento. Chi giocherà? Oggi faremo le nostre valutazioni”.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.