AUDIO, Prandelli: “Contro l’Atalanta compatti e con la giusta consapevolezza. Criscito? Punto di riferimento”

Il tecnico del Genoa alla vigilia della gara con l'Atalanta: “In settimana abbiamo lavorato bene, ho ancora dei piccoli dubbi che preferisco portarmi avanti fino all’ultimo"

1113
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Conferenza stampa pre Natale per Cesare Prandelli. Il mister ha parlato nel quartier generale di Villa Rostan dove ha analizzato la partita contro l’Atalanta e ricordato il suo periodo con i nerazzurri: “Per me l’Atalanta è un pezzo di vita importante. È un’emozione vera incontrarla, per noi però è un test importante contro una squadra solida e organizzata. Sarà una sfida complicata. Gasperini è un riferimento per Genova, incontrarlo sarà piacevole ma sul campo saremo rivali. Le cose che ha fatto lui in rossoblu vorrebbero farle tutti gli allenatori. Il calendario? Non ci penso, testa solo sull’Atalanta”
Il mister ha poi proseguito: “In settimana abbiamo lavorato bene, ho ancora dei piccoli dubbi che preferisco portarmi avanti fino all’ultimo. I ragazzi si sono messi a piena disposizione già dal primo giorno e avere delle possibili soluzioni tra cui scegliere per me è un grande vantaggio. Voglio vedere un Genoa arrabbiato e allo stesso tempo consapevole”.
Sulle prime settimane a Genova: “Ho trovato una società seria e lo dimostra anche l’impegno preso con il Gaslini, sono orgoglioso di quanto fatto per una struttura ospedaliera così importante. È una iniziativa che va vissuta tutto l’anno, quella è anche casa nostra, la ‘Casa del Grifo’. Il calcio deve essere anche questo.
Sulla gara: “Possiamo fare ancora di più, sarà importante essere concentrati e compatti. Abbiamo una squadra che sa stare in campo e fraseggiare, davanti abbiamo due giocatori importanti e diciamo cercare di favorire il loro gioco.
Su Criscito e Piatek: “Mimmo è un giocatore di guarde esperienza e deve essere il nostro riferimento dentro e fuori dal campo. Confido sul capitano, tatticamente un elemento di grande spessore. Piatek? Si è allenato bene, deve considerare ogni pallone una potenziale occasione di chuedere la partita”.

Riccardo Cabona

Alessandro Legnazzi

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.