Ecco l’emissione filatelica del Genoa, autentica eccellenza nazionale

Il francobollo richiama la riproduzione stilizzata della Challenge Cup, conquistata dal Genoa con le prime tre vittorie proprie ed assolute (1898, 1899 e 1900) dei campionati italiani

510
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Per la prima volta da quando si gioca in Italia, un club viene celebrato dalle Poste Italiane per la sua storia e non per un successo…”a stretto giro di posta”. Il Genoa, il sodalizio più antico della nazione nel suo sport più amato, ha avuto questo onore (a cui si è unito quello di aver ricevuto ieri gli auguri dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella) nel giorno in cui ha celebrato il suo 125° compleanno. E’ stata l’unica obbligata (in quanto programmata da tempo e non spostabile) deroga al blocco dei festeggiamenti deciso dalla società, come ha ricordato durante la presentazione dell’evento (tenutasi stamattina nella sala 1893 del Museo della Storia del Genoa) il suo amministratore delegato, Alessandro Zarbano, per la tragedia di Ponte Morandi di 24 giorni fa. Claudio Vescovi, del corporate affairs Filatelia di Poste Italiane, seduto al suo fianco, ha fatto notare come l’emissione si inserisca in un discorso di eccellenze nazionali che Poste Italiane sta sviluppando. Giorgio Guerello, membro del Consiglio di Reggenza della Fondazione Genoa 1893, ha sottolineato come nel francobollo faccia bella mostra di sé la riproduzione stilizzata della Challenge Cup, conquistata dal Genoa con le prime tre vittorie proprie ed assolute (1898, 1899 e 1900) dei campionati italiani, sparita per oltre un secolo, ritrovata negli Stati Uniti d’America e riportata al Museo della Storia del Genoa nel maggio di quest’anno, davvero eccezionale per la memoria storica del club calcistico più antico d’Italia.

Stefano Massa

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.