Giovanni Porcella – L’operazione Genoa a Gallazzi costa 120 milioni di euro, entro il 31 luglio le firme

Giovanni Porcella – L’operazione Genoa a Gallazzi costa 120 milioni di euro, entro il 31 luglio le firme

Le prime indiscrezioni sulla cessione del pacchetto di maggioranza del Grifone raccolte dal giornalista di Primocanale. Preziosi resterà consulente di mercato

Centoventi milioni. C’è la cifra dell’operazione Genoa. Questa la somma investita da Giulio Gallazzi di Sri Group per entrare nel club rossoblù per estinguere i debiti pregressi e liquidare Enrico Preziosi. Il manager bolognese vuole chiudere l’acquisto del Grifone e si è posto come ultimo limite il prossimo 31 luglio.

Anche Beniamino Anselmi il banchiere che sarà presidente della società rossoblu’ ha parlato ormai di pochi giorni per arrivare alle firme. Potrebbe anche servire un’assemblea del Genoa per avere tecnicamente l’assenso amche dei piccoli azionisti. Non ci saranno stravolgimenti in società. Preziosi rimarrà come consulente di mercato per alcuni mesi e poi lascerà spazio ai nuovi proprietari. Insomma nessuna entrata di un direttore generale e di nuovi responsabili nei vari settori del Genoa.

Investimenti per la società e la squadra? Ci saranno e dipenderanno da quanto i fondi internazionali, anche asiatici, metteranno a disposizione del managment rossoblu. Insomma Gallazzi calibrerà il gettito di quanto verrà raccolto. Il modello di Gallazzi riguarda anche una sorta di azionariato diffuso sul modello dei grandi sodalizi internazionali come il Barcellona Intanto Preziosi continua a fare il mercato. Lapadula è ufficiale ma deve risolvere i suoi problemi di fascite plantare mentre Mandragora si allontana e si continua a trattare per Giaccherini che ha però un ingaggio molto alto.

Giovanni Porcella – Primocanale

CLICCA QUI PER COMMENTARE LA NOTIZIA SUL SITO DI PRIMOCANALE

2 commenti

2 commenti

  1. user-12924472 - 5 mesi fa

    D’altro canto, la finanza per definizione pratica compra, spreme, capitalizza e butta via…..
    Il calcio, a meno che non arrivi ai livelli di Real Madrid o Barcellona (e la vedo duretta….) è un investimento a perdere: ci si entra per passione, o appunto per un’ottica di “spremitura” a breve termine…. La frase che si intende più di numeri che di calcio preoccupa…….. Preoccupa perché, come dire, non sprizza di passione……
    Speremmu ben………

    Mi piace Non mi piace
  2. user-12924472 - 5 mesi fa

    Va comunque non sottovalutato un aspetto secondo me non banale: negli avvicendamenti societari degli ultimi 50 anni, comunque si parlava di un Genoa con l’acqua alla gola, in serie B, quando non addirittura con i libri a 2 metri dal tribunale….. Stavolta parliamo di un Genoa comunque sano, in serie A e con una squadra competitiva (e grazie a Preziosi!!….)..
    Quindi, a differenza delle altre volte, ci vogliono appunto almeno 120 cucuzze solide per prenderlo; mentre nelle altre occasioni lo portavi a casa per un tozzo di pane o quasi…
    Chi investe sull’unghia 120 cucuzze, per definizione la vedo per lo meno poco probabile che possa essere un quaqquaraqquà qualunque….;)) Che poi possa essere anche competente, eh questo purtroppo non dipende solo dai soldi… Certo aiuta, e da’ più fiducia…:)

    Mi piace Non mi piace

Commenti chiusi

Recupera Password

accettazione privacy