Perotti: “Sotto la Lanterna ho fatto ciò che amo: giocare a calcio”

L'ex ala del Grifone ripercorre i luoghi calcistici dov'è stato meglio: tra questi, naturalmente, c'è anche Genova, luogo di una doppia nascita

66
Diego Perotti (Foto Giuseppe Bellini/Getty Images)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Genova per Diego Perotti non è solo il capoluogo della Liguria. O un luogo di mare. E’ la città di una doppia nascita, la sua seconda a livello professionale e quella del suo primogenito Francesco. Genova, per Perotti, è un luogo indelebile. «La Lanterna, come il Colosseo e la Giralda di Siviglia, sono i luoghi dove ho potuto fare ciò che amo: giocare a calcio» spiega il Monìto al sito della Lega di Serie A.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.