VIDEO, L’amore per il Genoa raccontato dagli Ex-Otago

Il famoso gruppo genovese che ha spopolato a Sanremo: "E' vero che noi facciamo l'amore col Genoa, ma in maniera figurata, più simbolica"

1564
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

“Sento dentro di me, un frastuono, una musica…Genoa! Genoa!”. Così inizia il video degli Ex-Otago, il famoso gruppo genovese che raccontano la loro passione per il Grifone ai microfoni di Genoa Channel. “Girare il video al Ferraris è stato molto emozionante – racconta Maurizio Carucci, cantante della band – perché qualche anno prima giocavamo qualche metro a fianco. E’ stata anche una forma di riconoscimento sociale: se ci fanno entrare qui nel Tempio, vuol dire che qualcosa di buono abbiamo fatto”. La band ha girato “Siamo come Genova” il film diretto da Paolo Santamaria che racconta la storia degli Ex-Otago attraverso immagini live, retroscena e testimonianze di vita quotidiana che accompagnano il pubblico nel viaggio da Marassi fino a Corochinato. Quest’ultimo è anche il titolo del loro sesto album in studio, dov’è contenuto il brano “Solo una canzone” presentato al Festival Sanremo: nella serata dei duetti hanno cantato assieme a Jack Savoretti, un altro cantante innamorato dei colori rossoblù.

E aggiunge sul Genoa: “Ci sono sempre alti e bassi con la propria squadra, come in qualsiasi relazione: ci sono del momenti difficili, altri più semplici, però è forse più facile quello con la propria squadra di calcio, anche perché è meno intimo. E’ vero che noi facciamo l’amore col Genoa (NDR: sorride) ma in maniera figurata, più simbolica”. Gli Ex Otago sono ora in tour in Italia: cliccare qui per vedere le date. Ecco il video con tante immagini del Ferraris dipinto di rossoblù.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Concludiamo con il video di un loro cavallo di battaglia: “Ci vuole molto coraggio” dove nel video compare il grande Caparezza. Il video è stato girato ad Andria: nel finale compare, come atto d’amore per il Tempio rossoblù, lo stadio Ferraris.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.