TUTTOSPORT – Mignogna: «Lo scudetto del 1915 non è mai stato assegnato»

L'avvocato spiega in un'intervista: «Nell'albo d'oro il titolo risultava ancora sospeso». E chiede l'ex aequo a Genoa e Lazio

2062
Il Genoa trionfatore nel derby contro l'Andrea Doria nel 1915
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

L’assegnazione dello scudetto 1914-15 al Genoa, che si sarebbe svolta nel 1921, «è un clamoroso e inconfutabile falso storico». Lo spiega l’avvocato Gian Luca Mignogna in un’intervista a Tuttosport stamane in edicola. Mignogna ha spiegato che la testi dell’attribuzione di quel campionato al Grifone si basa su un trafiletto del quotidiano La Stampa del 19 maggio 1919: sottolinea che come evidenziato nel dossier depositato in Figc due anni fa «fin da subito appariva evidente come in tale circostanza il trafiletto si fosse limitato a classificare “primo nelle gare di Campionato 1915 il Genoa Cricket” esclusivamente nel girone settentrionale». L’avvocato racconta al quotidiano che insieme al Centro studi 9 gennaio 1900 sono state verificate le edizioni quotidiane della Gazzetta dello Sport (all’epoca organo ufficiale Figc per l’Italia settentrionale) del settembre 1921, del dicembre 1921 e del gennaio 1922: in esse non vi è alcuna traccia del comunicato o di articoli «sulla presunta assegnazione d’ufficio al Genoa del titolo del 1915, né della presunta cerimonia che sarebbe stata organizzata presso il “Restaurant Francia” l’11 dicembre 1921». Inoltre nell’Annuario Italiano del Giuoco del Calcio 1926-27 Volume I il campionato 1914/15 risulta ancora “sospeso”. Mignogna auspica che quello scudetto sia assegnato ex aequo a Genoa e Lazio: quest’ultima aveva vinto il girone centro-meridionale e avrebbe dovuto sfidare il Grifone in una finale che non si giocò mai a causa dell’entrata in guerra dell’Italia contro l’Austria-Ungheria.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.