L’ultimo saluto a Marco Bollesan, nazionale di rugby e tifoso del Genoa

La leggenda della palla ovale italiana se n'è andata oggi a 79 anni, il giorno dopo la scomparsa di un altro campione come Massimo Cuttitta

4243
Bollesan
Marco Bollesan (Foto Twitter Genoa)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

«Addio a Marco Bollesan: uomo meraviglioso, campione nel rugby e implaccabile genoano». Il Genoa ha salutato così attraverso Twitter la leggenda della palla ovale e tifoso rossoblù: se n’è andato oggi a 79 anni, il giorno dopo la scomparsa di un altro campione come Massimo Cuttitta. Abitava a Boccadasse, dove c’è la bandiera del Grifone che sfida su uno scoglio le tempeste marina: in passato era stato Sestri Ponente e poi in centro. Bollesan era genovese, anche se nato per caso a Chioggia: aveva iniziato la sua carriera nel Cus Genova, passando poi per la Partenope Napoli e il Brescia, vincendo uno scudetto con entrambe. Chiuse la sua carriera con l’Amatori Milano. É stato convocato Nazionale per la prima volta nel 1963 e ha chiuso nel 1974, trascorrendo ben 6 anni da capitano e 47 presenze con la maglia numero 8. Poi è diventato allenatore con la Mediolanum. Lo ha omaggiato il Coni: è l’unico rugbista nella Walk of Fame, dove sono presenti i 100 sportivi italiani più importanti della storia.

Le esequie si terranno domani nella Chiesa di Sant’Antonio di Boccadasse alle ore 11:30 (il rosario oggi alle 17:30).

Pianetagenoa1893.net è vicino alla famiglia in questo triste momento.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.