Inter-Genoa, le pagelle: Perin sventa una brutta figura, Grifo travolto

Rossoblù con la testa al derby di mercoledì: capolista a tratti incontenibile

5621
Perin Genoa
La parata bassa di Mattia Perin (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Pubblichiamo di seguito le pagelle di Pianetagenoa1893.net ai protagonisti di Inter-Genoa, gara terminata con il punteggio di 3-0.

Genoa 5 – Il modo peggiore per preparsi psicologicamente al derby è improvvisare alla Scala del Calcio contro la capolista che banchetta dal primo all’ultimo minuto

Perin 7 – Il migliore in campo, assieme a Lukaku. Con una decina d’interventi scongiura una brutta figura

Goldaniga 6 – Il meno peggio della difesa, quantomeno contiene Lautaro Martinez impedendogli il gol

Radovanovic 5 – Travolto da Lukaku, oggi incontenibile, in occasione del gol interista dopo soltanto trentatré secondi (46′ Onguene 4 – Ingresso sciagurato, demolisce ogni residuo di solidità difensiva)

Zapata 5 – L’attenuante dell’assenza dal 3 gennaio è valida ma in novanta minuti non vince un duello fisico

Ghiglione 5 – Un solo cross è troppo poco perché la qualità c’è tutta (62′ Shomurodov 5 – Ha mezz’ora per liberare i cavalli vapore, cade nel limbo della difesa interista)

Melegoni 5 – Leggero, non svetta contro gli omologhi nerazzurri (72′ Portanova 5 – Il primo pallone lo gioca di tacco e regala un calcio d’angolo all’Inter, Perin lo riprende)

Rovella 6 – Il palcoscenico di livello non lo intimorisce anche sebbene le sue giocate debbano diventare più verticali

Strootman 5 – Frenato dall’ammonizione, Ballardini non vuole perderlo per il derby (46′ Behrami 5 – Subentra senza dare consistenza al reparto mediano)

Czyborra 5 – Contiene come può le involate di Darmian

Pjaca 5 – Tocca pochissimi palloni, gravita a trenta metri dall’area di rigore. Difficile essere pericolosi

Scamacca 5 – L’unico tiro in porta del Genoa, peraltro velleitario, porta la sua firma (62′ Pandev 5 – Non lascia il segno nello spezzone di partita che gli viene concesso)

Allenatore Ballardini 5 – Esperimento fallito. Troppe rotazioni in vista della stracittadina di mercoledì e sostituzioni senza incisività

Inter 7 – Handanovic 6; Skriniar 6, de Vrij 6, Bastoni 6; Darmian 7 (84′ D’Ambrosio 6), Barella 6 (84′ Vidal sv), Brozovic 6 (76′ Gagliardini sv), Eriksen 7, Perisic 6 (84′ Young sv); Lukaku 8, Martinez 7 (76′ Sanchez 7) – Allenatore Conte 7

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.