I pro e i contro di Emmers, centrocampista nel mirino del Genoa

Una delle sue caratteristiche principali è la bravura crearsi lo spazio per attaccare la profondità: ciò gli consente di trovarsi spesso in zona conclusione

453
Emmers (You tube Football Talents' Kingdom)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

È sempre viva la pista che porterebbe a Xian Emmers, centrocampista di grande prospettiva di proprietà dell’Inter. Il 18enne belga è stato uno dei protagonisti della cavalcata scudetto della primavera nerazzurra culminata lo scorso sabato al Mapei Stadium con la vittoria contro la Fiorentina per 2 a 0. Giocatore di talento capace di abbinare le qualità tecniche alle doti fisiche: abilità palla al piede e forza che vanno a comportarsi con l’esplosività di corsa. Una delle sue caratteristiche principali è la bravura crearsi lo spazio per attaccare la profondità: ciò gli consente di trovarsi spesso in zona conclusione o nelle condizioni servire il potenziale assist vincente al compagno. Può ricoprire sia il ruolo di centrocampista centrale che quello di mezzala. Contro la Fiorentina è stato impiegato in una linea a cinque con pompetti Pompetti e Zaniolo, rendendosi spesso pericolosi in area avversaria con i suoi inserimenti. Emmers si colloca sotto il profilo del giocatore in rampa di lancio pronto a fare il salto nel calcio dei grandi e la società rossoblu potrebbe essere la piazza giusta per dargli questa opportunità. Naturalmente, essendo un giocatore militante in un campionato Primavera, le sue caratteristiche vanno rapportate all’attuale contesto di appartenenza.

Pro

Giocatore di grande prospettiva. Forza fisica e ottime capacità tecniche. Bravura nell’attaccare la profondità. Propensione a cercare la conclusione verso la porta. Duttilità tattica: può giocare sia in un centrocampo a quattro, in un centrocampo a cinque e all’occorrenza mezzala. Durante la stagione si è anche collocato sulla trequarti.

Contro

Forte fisicamente, ma non molto alto (1.78) questo lo rende meno brillante sui contrasti aerei. L’Inter potrebbe imporre un diritto di recompra del cartellino e mantenere una sorta di “controllo” sul giocatore. Forte concorrenza per il suo cartellino. Su di lui c’è anche il Sassuolo

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.