Giovanni Porcella – Campionato finito?

L'opinione sul momento del Genoa del giornalista e celebre volto di Primocanale

2933
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Lo 0-0 col Frosinone accompagnato dai fischi finali dei tifosi sa tanto di chiusura anticipata del campionato del Genoa. Se la svolta un minimo ambiziosa poteva arrivare facendo il pieno di punti con il Chievo e i ciociari, rispettivamente ultimi e penultimi della classifica, la montagna invece ha partorito il topolino con due pareggi in bianco che avvicinano la salvezza ma che tolgono l’illusione di altre mire. Prandelli, terzo allenatore della stagione, ha governato la barca nella tempesta del mercato e ha dato un ordine tattico evidente al gruppo. Se però il bel gioco non arriva non è colpa sua perché è la squadra che ha lacune a centrocampo evidenti e questo da tempo. Per me è inutile criticare pure l’ex ct della Nazionale che fin qui ci ha messo esperienza e buon senso. Così come lo stesso Ballardini come ho sostenuto non aveva poi fatto così male anche se poteva contare su Piatek che, diciamo così, ora un po’ manca. Si deve lavorare per il futuro, ma come? Tra giocatori in prestito, quelli che verranno ceduti, quelli che non verranno riscattati e quelli che verranno bocciati di fatto c’è da rifare tutto o quasi. Intanto il mercato che non si ferma mai, deve andare di pari passo con un torneo che prevede ancora tre mesi d’impegno. Il timore è che vedendo la partita col Frosinone si tiri a campare fino a maggio. Dopo Parma arriverà la Juventus e poi in casa ecco le big come Inter e Roma, senza dimenticare il derby appuntamento che diventa fondamentale per dare dignità ad un’annata senza emozioni.

Giovanni Porcella – Grifhouse Primocanale

CLICCA QUI PER COMMENTARE L’ARTICOLO SUL BLOG DI PORCELLA

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.