Gazzetta dello Sport – Braglia: «Radu? Fossi nel Genoa punterei su Russo, prodotto del viviaio»

L'eroe di Anfield Road esprime perplessità e spiega che il giocatore rumeno «è dell’Inter, che vanta un diritto di recompra, quindi non so se farei questa scelta per un portiere che non è il mio»

2017
Radu
Andrei Radu (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

«Devo fare innanzitutto due considerazioni: una societaria ed una personale». Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, l’ex portiere del Genoa Simone Braglia esprime su Andrei Radu alcune perplessità di carattere pratico per la sua eventuale riconferma tra i pali della porta rossoblù. «Penso che Radu abbia grandi potenzialità – prosegue l’eroe di Anfield Road – perciò ad oggi dico che lui nel Genoa può giocare benissimo. Anche se, in prospettiva, se non mette fisico e migliora nelle uscite, a livello internazionale la vedo dura per lui».

Braglia va al dunque: «Detto questo, se fossi nei panni della società rossoblù, Radu è dell’Inter, che vanta un diritto di recompra sul giocatore, quindi non so se farei questa scelta per un portiere che non è il mio. Per Radu andrebbe benissimo, perché comunque il Genoa è una squadra prestigiosa per qualsiasi giovane che vada a Genova a giocare. Diamogli comunque merito del fatto che in una piazza così il suo contributo l’ha comunque dato. Resto però dell’idea che nei panni del Genoa farei una scelta diversa». Secondo Braglia il Grifone potrebbe puntare «su un prodotto del vivaio, come il gioiellino della Primavera, Alessandro Russo».

Parata di Russo (Foto Genoa cfc Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.