ESCLUSIVA, RUGOLOTTO (TV PARMA): «Faggiano-Genoa, scenario possibile»

«Il ds si sente a fine ciclo. Anche mister D'Aversa può salutare il Parma»

5158
Faggiano
Daniele Faggiano (foto di Parma Calcio 1913)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Pianetagenoa1893.net ha intervistato in esclusiva Alberto Rugolotto. Il giornalista di TV Parma ci spiega la situazione in casa gialloblù e dei possibili scenari che di rimpallo possono coinvolgere anche il Genoa: da Faggiano a D’Aversa.

Rivoluzione araba in arrivo a Parma? «Il club dovrebbe passare nelle mani di Al Mana, famiglia del Qatar che dal punto di vista degli investimenti – iniziati nel 1951 – assomiglia ai Percassi: catene, centri commerciali, hotel, rivendite di marchi di lusso, ecc. Non è un fondo ma un gruppo di persone riconoscibili provenienti da un paese che vuole crescere dal punto di vista calcistico poiché lì si giocherà il Mondiale del 2022. Dopo tre anni gli industriali di Parma, guidato dai Barilla e da altri imprenditori, hanno trovato gli acquirenti. Fino al 25 agosto non ci saranno ufficialità, è verosimile che il calciomercato del club sarà congelato».

Faggiano è dato per partente: il Genoa, ormai certo della permanenza in A, sembra essere la sua nuova destinazione. «É uno scenario possibile. Il direttore crede che il suo ciclo sia finito: al suo posto può essere promosso Alessandro Lucarelli che da tempo ambisce a una carriera da dirigente. Faggiano è il ds della tripla promozione dalla Lega Pro e di molti capolavori come Kulusevski, Kucka e Gervinho, per questo gode di molti estimatori in Serie A».

Anche mister D’Aversa può lasciare il Parma? «La notizia è un fulmine a ciel sereno anche se a luglio il club aveva già intrapreso dei dialoghi poi tramontati con Pioli e Giampaolo. Adesso il Parma rischia di trovarsi con il proverbiale cerino in mano».

Il fuggi-fuggi da Parma potrebbe anche riguardare i calciatori? «Difficile da prevedere anche se l’eventuale perdita di Faggiano comporterebbe delle conseguenze per il club che, ad esempio, ha sempre avuto ottimi rapporti di mercato con Inter e Napoli. Di sicuro il Parma non proverà a riscattare il portiere Ionut Radu – di proprietà dei nerazzurri – che, tra l’altro, era fuori rosa nelle ultime cinque, sei partite».

Alessandro Legnazzi

RIPRODUZIONE DELL’ARTICOLO CONSENTITA SOLO PER ESTRATTO PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE: WWW.PIANETAGENOA1893.NET

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.