ESCLUSIVA PG – Simone Braglia: «Sirigu? E’ certamente un acquisto valido per il Genoa»

L'eroe di Anfield Road: «Oltre all’indiscutibile aspetto tecnico, ha un’altra caratteristica: il Genoa aveva bisogno di un vero leader dello spogliatoio e lui lo è certamente»

2514
Sirigu Torino
Salvatore Sirigu (foto Twitter Torino)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

«Sirigu? E’ un grandissimo e validissimo acquisto per il Genoa». Parola di Simone Braglia, il portiere del Genoa dell’era Bagnoli ed eroe di Anfield Road. Pianetagenoa1893.net ha raccolto un importante parere di un tecnico per un settore fondamentale come quello dei portieri per un club con una grande tradizione come il Genoa.

Arriva un portiere di grande esperienza: quali sono i suoi punti di forza?

«Oltre all’indiscutibile aspetto tecnico, Sirigu ha un’altra caratteristica: il Genoa aveva bisogno di un vero leader dello spogliatoio e lui lo è certamente. Lo abbiamo visto che lo ha ampiamente dimostrato agli Europei con la Nazionale. Inoltre, mi preme di sottolineare la sua serietà professionale e come persona».

Dopo Perin si rischiava un pericoloso vuoto…

«Ed è arrivato un gran portiere: non c’era di meglio che potesse arrivare al Grifone. Ho visto che qualche tifoso non si è mostrato contento: rispetto le opinioni di tutti, ma se si mette in discussione un vero campione come Sirigu, significherebbe che il calcio è ormai finito».

Braglia Genoa
Simone Braglia (dalla sua pagina Facebook)

Lo potremo vedere all’opera magari già nelle prime amichevoli a Neustift?

«Direi che vedremo tutte le sue capacità e la sua esperienza negli incontri ufficiali di campionato e Coppa Italia: non avrà sicuramente problemi di ambientamento».

Quali problemi ha il Genoa riguardo alle scelte sul mercato?

«Il club rossoblù, come tutti, e sottolineo tutte le società, dovranno fare i conti con la crisi economica post Covid. Non sarà un mercato di nomi eclatanti, ma circoleranno tanti nomi sconosciuti: si punterà a scoprire giocatori di talento, come accadde qualche anno fa con il Genoa che scoprì Piatek. Va dato atto a Preziosi che ha saputo scoprire talenti che ha saputo valorizzare e poi ricavare anche cifre importanti dal punto di vista economico: forse anche stavolta potrebbe riuscire a trovare qualche atleta interessante».

Nel ritiro di Neustif ci sono tanti giovani: potranno essere un elemento importante per la stagione rossoblù?

«Kallon, Gjini e Besaggio hanno mostrato talento con la Primavera. Sarà Ballardini, in cui ho piena fiducia, a valutare se saranno utilizzabili nel corso della stagione. La politica dei giovani è molto importante per il Grifone».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.