ESCLUSIVA, GENOA CLUB HONG KONG: «Genoa, così puoi salvarti. Italia grande bellezza»

«Presto nascerà l'associazione dei liguri in oriente» spiega il presidente Fabio Brassesco

984
Genoa Club Hong Kong
Genoa Club Hong Kong (dal loro sito internet)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Dall’America all’Asia. Da un continente all’altro. Dopo Canada e Stati Uniti, il giro di esclusive di Pianetagenoa1893.net si sposta in oriente, al Genoa Club Hong Kong: l’intervista a Fabio Brassesco, presidente del sodalizio rossoblù e presidente di Interglobo Far East, una delle eccellenze di Genova nel mondo.

Com’è la situazione coronavirus a Hong Kong? «Febbraio è stato preoccupante per la sanità e l’economia, dopo la chiusura totale dei traffici commerciali. I dati di marzo sono in miglioramento ma il rischio è rappresentato dai casi di rientro dall’Italia, dalla Germania e dalla Spagna».

Com’è vista l’Italia da circa diecimila chilometri di distanza? «Il nostro paese, come in tutta l’Europa, vive una situazione critica. Un mese fa organizzavo le spedizioni di mascherine per la Cina, ora ricambio il favore per Genova, per gli ospedali italiani e americani. Il nostro Governo ha interrotto per primo i voli aerei verso est: poteva sembrare una misura eccessivamente protezionista ma si è rivelata adeguata al contenimento. Dopo venticinque anni all’estero posso dire che l’Italia è amata e invidiata per la sua grande bellezza».

Cambiamo argomento. Parliamo di Genoa. «Tre allenatori in un anno, per l’ennesima volta. Davide Nicola sembra aver dato una scossa sfruttando al meglio la rosa, per me qualitativa fin dal mercato estivo. La salvezza è alla portata del Grifone: bisogna capire se si tornerà a giocare, come auspico. In caso contrario, credo che la scelta migliore sia la final four per lo scudetto e il blocco delle retrocessioni con una Serie A 2020-2021 allargata».

Qual è la vitalità del Genoa Club Hong Kong? «Il sodalizio è nato nel 2014 per riunire i genoani in oriente e compiere attività di festa – in modo particolare a novembre con gli amici della Fogolâr Furlan dell’Udinese – e beneficenza. In passato abbiamo raccolto dei fondi per gli alluvionati e aiutato alcune realtà lavorative di Montoggio e Ceranesi. Il club, membro dell’ACG, è attivo anche a Genova grazie al lavoro di mia sorella rivolto soprattutto ai più piccoli».

Chi è il più amato tra i rossoblù? «Quando parlo di Genoa a Hong Kong vedo che Mattia Perin è il più celebre. Dopo l’apparizione alla Juventus, il portiere è legato al Genoa da un rapporto che nasce dal settore giovanile. Anche capitan Criscito riscuote successo».

Per ogni info: info@genoaclubhongkong.com

RIPRODUZIONE DELL’ARTICOLO CONSENTITA PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE: WWW.PIANETAGENOA1893.NET

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.