ESCLUSIVA PG, CAVELLI: «Cogoleto è pronta a ospitare il Genoa Village»

«Il Grifone ha acquistato i terreni di Pian della Madonnina» spiega il sindaco

4476
Genoa Cogoleto
(da genoacfc.it)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Pianetagenoa1893.net ha intervistato in esclusiva al sindaco Mauro Cavelli per fare il punto della situazione sul progetto Genoa Village a Cogoleto. Il primo cittadino, che tifa Fiorentina, apre le porte al progetto del Grifone.

Genoa Village a Cogoleto: si può? «Il Genoa è il benvenuto a Cogoleto. Al momento in Comune non è stato presentato alcun progetto: ho ricevuto solo una telefonata dalla società che mi ha confermato la volontà di procedere. Possiamo creare un indotto importante che può portare benefici alla comunità: dagli alberghi ai ristoranti, passando per l’apertura di negozi in franchising, aggregazione e movimento. Se a Pegli ci vanno oltre mille persone per un’amichevole a porte aperte, Cogoleto ne potrà accogliere molte di più».

L’area individuata è Pian della Madonnina. «E’ una spianata boschiva dove oggi ci giocano i bambini. Non abbiamo effettuato una perimetria della superficie, ma a occhio mi sembrano eccessivi 78mila metri quadrati: per un centro sportivo con tre-quattro campi e altre strutture (sede, palestra, foresteria, centro medico) potrebbero bastarne anche la metà. Il Genoa ha acquistato il terreno ma a oggi non sono stati effettuati lavori: va prima modificato il Piano Urbanistico Comunale. L’unico posto plausibile dove costruire il Genoa Village è Cogoleto che offre altri due siti intonsi dove edificare: l’ex ospedale di Sciarborasca e l’area degli ex Tubi Ghisa».

La sua amministrazione sta lavorando anche per riqualificare lo spazio che una volta era della Stoppani. «L’8 marzo il Consiglio del Ministri ha deliberato il decreto legge che scongiura l’interruzione dei lavori. Finita la messa in sicurezza del sito inizierà la fase di bonifica da parte di chi vorrà costruire qualcosa, come ad esempio un parcheggio a pagamento che darebbe spazio e comodità a chi si recherà al Genoa Village. L’amministrazione è aperta a ogni idea utile alla collettività».

Quali sono i punti di forza di Cogoleto? «Senza dubbio la serenità della sua comunità e il fatto che la città sia a misura d’uomo: i mezzi (e la passeggiata a mare) collegano rapidamente il centro a Pian della Madonnina. Cogoleto sta ripartendo dopo la mareggiata dello scorso 29 ottobre: in quattro mesi l’amministrazione ha investito 330mila euro del proprio bilancio. Ora aspettiamo i 170mila euro dalla Regione Liguria».

Alessandro Legnazzi

RIPRODUZIONE DELL’ARTICOLO CONSENTITA SOLO PER ESTRATTO PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE: WWW.PIANETAGENOA1893.NET

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.