Chiappino: «Oggi è mancato il coraggio di voler fare risultato»

Il tecnico della formazione rossoblù: «È una sconfitta dei cui errori dobbiamo fare tesoro, ma non ci deve creare troppi problemi»

983
Chiappino Genoa Primavera
Luca Chiappino, tecnico della Primavera (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Termina 3-1 il Derby della Lanterna, valido per la 18esima giornata di Primavera 1. Al Genoa non basta la rete di Kallon per continuare la striscia positiva. Al termine del match, i microfoni di Pianetagenoa1893.net hanno raggiunto il tecnico rossoblù, Luca Chiappino. Ecco le sue dichiarazioni:

Cos’è mancato per portare a casa almeno un punto?

«Un po’ di coraggio. Soprattutto nei primi 20 minuti del secondo tempo siamo stati troppo passivi. E questo ci è costato la partita. Poi ci siamo ripresi e abbiamo creato quelle  tre o quattro occasioni che non abbiamo concretizzato. Peccato».

Cosa vuole dire questa sconfitta?

«È una sconfitta dei cui errori dobbiamo fare tesoro. Abbiamo preso gol su tre palle da fermo e in due occasioni gli attaccanti si sono avventati sulle respinte del nostro portiere. Non ci deve creare troppi problemi. Si vince e si perde. A volte meriti e a volte no. Oggi la Sampdoria ha giocato un po’ di più, ma poteva tranquillamente finire in parità. Alla fine sono stati bravi e non si può dire che non abbiano meritato».

Ora la semifinale di Coppa Italia e il match contro l’Inter. Mercoledì vedremo del turnover in vista del campionato o lotterete per passare il turno?

«Certamente cercheremo di passare il turno e andare in finale di Coppa Italia. Sarebbe un importantissimo risultato. Ma è altrettanto vero che c’è necessità di ruotare un po’ di giocatori. Alcuni sono fuori da un po’ come Estrella, poi ci sono alcuni squalificati come Kallon e Gjini. Alcuni dovremo per forza di cosa cambiarli, ma questo non ci spaventa».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.