Chiappino: «Nonostante il Covid e gli infortuni, è stata un’annata positiva»

Il tecnico del Genoa, giunto al nono posto in campionato: «Buon piazzamento in una stagione complicata»

648
Chiappino Genoa
Mister Luca Chiappino (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Nono posto, Milan scavalcato con la vittoria odierna fuori casa all’ultima giornata, 11 vittorie, nove pareggi e 10 sconfitte, 48 gol fatti e 45 subiti. E’ questa la fotografia del Genoa Primavera guidato da Luca Chiappino che traccia a Pianetagenoa1893.net un bilancio della stagione appena trascorsa.

Come giudica il rendimento della squadra?

«Abbiamo iniziato la preparazione con circa 30-40 giorni di ritardo rispetto alle altre squadre: solo l’Ascoli ha impiegato più tempo. Poi ci sono stati i problemi dovuti al Covid, abbiamo perso alcuni giocatori anche per infortuni. In un anno così, direi che l’annata è stata comunque positiva».

Il nono posto può dunque considerarsi soddisfacente?

«Tutti gli anni proviamo a preparare una squadra che entri nelle prime sei posizioni per poter disputare i play off scudetto. Ma questa stagione è stata molto complicata: il Covid ci creato tanti problemi, poi alla ripresa del torneo, con le partite ravvicinate dovevamo far ruotare i ragazzi altrimenti correvamo il rischio che subissero infortuni. Nonostante ciò, abbiamo perso a lungo alcuni giocatori importanti. Certo, abbiamo qualche rimpianto per qualche gara in cui avremmo potuto conquistare dei punti in più, ma ripeto, reputo positiva questa stagione».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.