Chi è Enoch Banza, il finlandese monitorato dal Genoa

In patria è considerato la principale promessa calcistica finlandese

2900
Enoch Banza
Fonte: Wikipedia

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il Genoa piomba su Enoch Banza, silenziosamente, cercando di anticipare una concorrenza che secondo TuttoMercatoWeb pare capitanata dagli austriaci del Tirol. Si parla già di relazioni positive pervenute al club più antico d’Italia, primo passo verso quella che potrebbe essere la nuova opzione per il futuro degli esterni d’attacco rossoblù.

Enoch Banza è un attaccante finlandese classe 2000, attualmente di proprietà dell’HJK Helsinki (club che con 29 affermazioni è il più titolato di Veikkausliiga): nel 2017 firmò il suo primo contratto professionistico, un triennale, che dunque oggi s’appresta a terminare ingolosendo il Genoa. Lo scorso anno Banza è stato girato in prestito al Kokkolan, in cui con 2 reti e 1 assist è riuscito a guadagnarsi 19 presenze, 9 delle quali però da ala sinistra, fatto che gli ha permesso di migliorarsi sull’out opposto rispetto a quello in cui è stato abituato sin da piccolo a muoversi.

I genitori di Banza, di origini congolesi, arrivarono in Finlandia alla fine degli anni Novanta. Enoch ha iniziato a giocare a calcio a 4 anni nell’HJK Malim, trasferendosi all’HJK Helsinki una volta compiuti gli 8 anni. Qui l’ex attaccante Erkka V. Lehtola ne parlò molto bene, vedendo in Banza un giocatore dal talento ben superiore ai coetanei. Addirittura il quotidiano Ilta-Sanomat, secondo tabloid più popolare in Finlandia, non usò mezzi termini e anzi scrisse di come Banza fosse «Suomen kuumin futislupaus», la principale promessa calcistica finlandese di oggi.

Banza, che condivide il procuratore con l’ex rossoblù Kevin Constant, crebbe tra i condomini di Pukinmäki, distretto nord-orientale della capitale finlandese, prima di passare attraverso la scuola calcio di Sami Hyypiä. Qui non poté permettersi di indossare delle scarpe, che invece l’allenatore Tuomo Tammivuori gli regalò una volta saputa la storia della famiglia Banza. Il padre fuggì da Kinshasa nel 1991 a causa della guerra, la madre lo raggiunse in Finlandia nel 1995 e qui ebbero cinque figli, il terzo dei quali è proprio Enoch che, secondo l’Helsingin Sanomat, era vicino al Bologna nel dicembre 2019 prima che l’HJK rifiutasse la proposta felsinea di un trasferimento gratuito con una percentuale del 20% su una futura rivendita. Il Genoa è avvertito.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.