Bessa: «Rispetto i tifosi, ma avremmo voluto averli al nostro fianco»

Il centrocampista del Genoa ha parlato durante la visita all'Ospedale pediatrico Gaslini: «Quando i tifosi sono vicini a noi possiamo fare meglio, spero che possano tornare presto»

1362
Bessa in allenamento (Foto Genoa cfc Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

«I tifosi non saranno allo stadio sabato, ma tutti uniti avremo avuto più forza. Prendiamo atto della loro decisione e della loro protesta pacifica». Daniel Bessa (ripreso da Andrea Piras di Tuttomercatoweb.com) tende la mano ai supporter rossoblù e in particolare agli ultras e all’Acg dopo la decisione di questi ultimi di effettuare uno sciopero del tifo dopodomani al Ferraris contro il Torino. «Li rispettiamo – prosegue durante la vista del club rossoblù all’Ospedale pediatrico Gaslini di Genova – anche se sarebbe stato meglio averli al nostro fianco. Il Torino non è un avversario facile ma dopo il derby dobbiamo rilanciarci. Quando i tifosi sono vicini a noi possiamo fare meglio, spero che possano tornare presto».

Bessa conclude proprio sui bimbi degenti nel nosocomio ligure: «La Pasqua è un momento importante per le famiglie e siamo venuti qui per salutare i bambini che stanno passando un momento delicato della loro vita. Il Genoa ha un cuore grande, è stato bello venire qui».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.