Sassuolo-Genoa: quando Juric fu sconfitto per la prima volta in serie A

Il 18 settembre 2016 il Grifone perse 2-0 contro i neroverdi

59
Duello Pavoletti-Antei in Sassuolo-Genoa 2-0 del18 settembre 2016 (Foto Getty Images)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Domenica 18 settembre 2016 il Genoa si presentò al “Mapei Stadium – Stadio del Tricolore” di Reggio nell’Emilia forte dei due successi ottenuti per 3-1 nelle prime due giornate contro le neopromosse Cagliari (in casa) e Crotone (in trasferta all’“Adriatico – Giovanni Cornacchia” di Pescara, stante l’indisponibilità dell’“Ezio Scida”) con altrettante rimonte e dell’ottima impressione destata nei 26 minuti dell’incontro interno con la Fiorentina, interrotto per pioggia.

Gli uomini del croato Ivan «Pirata» Jurić, che tre giorni prima si era recato in quello stadio a visionare i neroverdi vittoriosi per 3-0 in Europa League sui baschi dell’Athletic Bilbao, giocarono abbastanza bene, ma concretizzarono decisamente poco (da ricordare, in particolare, una parata al 20’ della ripresa di Andrea «lo specialista» Consigli, che negò l’1-1 a un diagonale di destro del serbo Darko Lazović) e furono puniti dai padroni di casa, che al 13’ del primo tempo avevano colpito un palo con un diagonale di sinistro del ghanese Joseph Alfred Duncan, al 13’ della ripresa da Matteo Politano su calcio di rigore, assegnato dal signor Claudio Gavillucci di Latina per uno sgambetto di Leonardo «Pavo-goal» Pavoletti ai danni del franco-martinicano Grégoire Defrel e trasformato con un angolato sinistro piazzato sotto la traversa vicino al palo destro, ed otto minuti dopo da Defrel con un colpo di testa in tuffo su cross dalla sinistra di Politano (pochi secondi prima Mattia «Airone» Perin, che 162 giorni prima aveva subito sul medesimo terreno un grave infortunio, ma aveva resistito in campo fino alla fine dell’incontro, aveva compiuto due miracolosi interventi su conclusioni ravvicinate di Defrel e Federico Ricci). A rendere ancora più amara la giornata della prima sconfitta di Jurić in Serie A contribuì l’espulsione al 40’ del secondo tempo del portoghese Miguel Luis Pinto Veloso per frase irriguardosa nei confronti dell’arbitro.

Stefano Massa

(membro del Comitato Ricerca e Storia del Museo della Storia del Genoa)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.