Aperta questa mattina la 60a edizione del Salone Nautico di Genova

Fino al 6 ottobre alla Fiera del Mare: si tratta dell'unico salone del settore in Europa nell'era dell'emergenza Covid

127

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Con la tradizionale cerimonia dell’alzabandiera, avvenuta sulla terrazza del Padiglione Blu, si è aperta questa mattina la 60a edizione del Salone Nautico di Genova, l’unico salone del settore in Europa che si svolge nell’era dell’emergenza Covid. Fino a martedì 6 ottobre sono centinaia le imbarcazioni esposte per tutti i gusti e per tutte le tasche: superboat, fuoribordo, ammiraglie, gommoni, barche a vela e, come di consueto, sono presenti anche numerosissime le aziende dell’indotto del settore. L’esposizione, nell’area della Fiera dei Mare, si sviluppa su un totale di 200 mila metri quadrati quasi interamente all’aperto con espositori e buyer internazionali provenienti da 20 Paesi.

“Si tratta di un’edizione simbolo, che si apre all’insegna della sicurezza e dell’efficacia – ha detto  Saverio Cecchi, presidente di Confindustria Nautica – Il Salone quest’anno è un modello di gestione e un punto di riferimento unico non soltanto per il nostro settore a livello internazionale. Non abbiamo mai messo in discussione la realizzazione del nostro evento, questo è il fondamento della missione dell’Associazione nazionale di categoria. E’ un Salone icona della determinazione e del saper fare italiano, un evento che è lo specchio di un settore d’eccellenza del nostro Paese e una vetrina strategica e irrinunciabile del Made in Italy nel mondo”.

“La priorità oggi è raccontare la fatica e l’orgoglio di vincere preoccupazione e paura, questa cosa ha radicalmente cambiato le nostre gerarchie. Ho visto grande tenacia e freschezza nell’organizzazione di questa manifestazione. Noi stiamo facendo la nostra parte mettendo a disposizione un grande piano per rendere green i nostri porti e le nostre flotte”, ha aggiunto il ministro delle Infrastrutture e Trasporti Paola De Micheli.

“Questo 60° Salone Nautico è l’unico in Europa ad aver aperto le sue porte, è il simbolo di quello spirito di Genova che non è solo ricostruire un ponte, è affrontare la vita con tenacia e dalle difficoltà creare opportunità. Per la seconda volta siamo i primi a dire al mondo che la Liguria non si ferma di fronte agli ostacoli, non lo ha fatto dopo il crollo del Morandi e non lo sta facendo con il Covid. Vedere il nostro Salone vivo è pronto ad accogliere i visitatori ci insegna che davvero si può convivere con il virus e allo stesso tempo provare a rilanciare il Paese, ed è la dimostrazione del perché la nostra regione non è solo diventata la prima nella nautica ma oggi è capitale in Italia per capacità, impegno, soluzioni”, ha dichiarato Giovanni Toti, Presidente di Regione Liguria.

Gli ha fatto eco il Sindaco di Genova Marco Bucci: “La più importante fiera della nautica nel Mediterraneo consolida la sua grandezza come prima manifestazione internazionale del settore nell’era Covid-19. La città è pronta per ospitare turisti e appassionati, organizzatori e espositori. Genova è una città sicura che, con regole chiare che vengono fatte rispettare , tutela la salute dei suoi cittadini e delle persone che vengono a visitarla”.

Il Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale Paolo Emilio Signorini nel suo intervento ha voluto evidenziare l’importanza del luogo in cui si svolge la rassegna: “Il porto di Genova di levante oggetto di grandi interventi di riqualificazione e dedicato alla nautica, settore di forte resilienza che nonostante le emergenze degli ultimi anni mantiene prospettive positive di crescita per il futuro prossimo”.

Francesco Patrone
RIPRODUZIONE DELL’ARTICOLO CONSENTITA SOLO PER ESTRATTO PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE: WWW.PIANETAGENOA1893.NET

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.