Un turno a Motta e Ferrari, diffidato Criscito, Preziosi inibito per 10 giorni

Strascichi del derby: il regista e il difensore salteranno la gara con l'Atalanta. Il presidente, già  inibito, ha ricevuto altri dieci giorni di sospensione perché entrato in campo a fine gara

31
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il Giudice Sportivo ha squalificato per una giornata Ferrari e Thiago Motta. Tosel ha diffidato Criscito «per comportamento scorretto – si legge nel comunicato della Lega Calcio – nei confronti di un avversario». Ma gli strascichi del derby non finiscono qui: Enrico Preziosi è stato inibito per 10 giorni «per essere, al termine della gara, entrato sul terreno di giuoco, benché inibito; con recidiva specifica reiterata» L’infrazione del presidente è stata rilevata dai collaboratori della Procura federale. Inoltre, sono state multate per 15mila euro il Genoa e per 5mila la Sampdoria. Riguardo all’Atalanta, prossimo avversario del Grifone, sono stati squalifcati Doni e Bellini.

Nello specifico, nella nota della Lega Calcio si sottolinea che Ferrari ha ricevuto una «doppia ammonizione per comportamento scorretto nei confronti di un avversario e per comportamento non regolamentare in campo». Invece Thiago Motta è stato squalificato «per avere, al 44° del secondo tempo, a giuoco fermo, assunto un

atteggiamento intimidatorio nei confronti di un avversario».

E veniamo alle motivazioni delle ammende. Quella per il Genoa recita che la sanzione di 15mila euro è stata irrogata «per avere suoi sostenitori, prima dell’inizio della gara, nella rampa di accesso alla stadio, lanciato liquidi di varia natura sul pullman che trasportava la squadra avversaria, colpendo altresì il veicolo con calci e pugni; per avere altresì lanciato, all’interno dello stadio, oggetti di varia natura in direzione dei dirigenti della squadra avversaria; per avere inoltre, al 23° del secondo tempo, lanciato oggetti di varia natura sul terreno di giuoco». L’entità della sanzione è stata attenuata poiché la società ha concretamente operato con le forze dell’ordine a fini preventivi e di vigilanza». Invece l’ammenda di 5mila euro per la Samp ha la seguente motvazione: «per avere suoi sostenitori, al 28° del secondo tempo, lanciato sul terreno di giuoco oggetti di varia natura» Anche la società blucerchiata ha avuto l’attenuazione della sanzione per avere «concretamente operato con le forze dell’ordine a fini preventivi e di vigilanza».

Fulvio Banchero – Marco Liguori

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.