Arpal: fino a domenica prosegue lo stato di disagio per il gran caldo

Nuovo avviso dell'ente regionale per il meteo: problemi soprattutto nei centri urbani e le valli poco ventilate

174
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Ancora caldo in Liguria e nuovo avviso meteorologico legato all’elevato disagio fisiologico emesso da Arpal.

Per oggi, venerdì 3 agosto, si prevede, infatti, un ulteriore lieve aumento delle temperature sulla costa per effetto foehn; una condizione che potrebbe persistere domani, sabato 4 agosto con valori molto alti anche nelle ore notturne. Domenica 5, in tutta la regione, ancora condizioni di elevato disagio fisiologico per caldo, più marcate nei centri urbani e nelle valli poco ventilate.

Da segnalare che oggi e domani, nelle ore centrali della giornata, si avranno nuovamente condizioni di instabilità con possibili rovesci o temporali moderati sui rilievi, in particolare sui versanti marittimi, in locale estensione alla costa (per sabato soprattutto sul centro Levante).

L’avviso meteorologico nel dettaglio si può trovare all’indirizzo http://servizi-meteoliguria.arpal.gov.it/level2/meteoidrofree/vigilanzaAvviso.pdf

Nella notte alcune stazioni hanno registrato minime superiori ai 27 gradi: Alassio (Savona) 27.9 (qui alle 8 si registravano già 31 gradi), Savona Istituto Nautico 27.7, Genova Centro Funzionale 27.3, Sciarborasca (Genova) 27.4, Cipressa (Imperia) 27.3, Sanremo (Imperia) 27.2.

Nello spezzino si segnalano i 26.4 di Corniolo mentre nel capoluogo la minima è stata di 26.0. E a proposito di capoluoghi a Imperia Osservatorio Meteo Sismico la minima è stata di 25.6 gradi.

Alle ore 11.30 il valore più elevato si è registrato nella stazione di Albenga Isolabella (Savona):

Per gli aspetti socio sanitari e i comportamenti da adottare si rimanda al bollettino sulle ondate di calore emesso dal Ministero della Salute e reperibile sul sito www.salute.gov.it, che dettaglia i livelli di rischio socio-sanitario nelle varie città italiane.

Si segnala, infine, che, per la prima volta in questa settimana di gran caldo, le stazioni di rilevamento della qualità dell’aria sul territorio provinciale genovese hanno registrato superi della soglia d’informazione per quanto riguarda l’ozono (tre a Pegli alture, uno all’Acquasola). Per oggi si prevedono condizioni sfavorevoli al ristagno degli inquinanti nei bassi strati dell’atmosfera.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.