Gianni Vrenna: “A Torino per giocarci la salvezza. Crotone ci crede”

Il presidente del club calabrese ha parlato della trasferta contro la Juventus a "Tutti Convocati" su Radio 24: "I torti arbitrali ci sono costati dei punti"

36
Gianni Vrenna nuovo presidente del Crotone
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

“Prendiamo l’aereo e andiamo a giocarcela a Torino, la squadra ci crede, l’ambiente ci crede, la società ci crede per cui  andremo li a fare la nostra partita”. Gianni Vrenna, presidente del Crotone, spiega a “Tutti Convocati” su Radio 24 che il morale della sua squadra è molto alto e aggiunge: “Sappiamo che è un po’ come Davide contro Golia, ma alcune volte il calcio lascia sorprese. Noi dobbiamo fare la corsa su noi stessi, ci sono sei punti in palio e questo campionato ci sta dimostrando che non c’è nulla di scontato”.

Secondo Vrenna “sarebbe inopportuno fare la corsa su una squadra, noi dobbiamo assolutamente fare risultato a Torino e vincere in casa l’ultima partita con la Lazio, poi tireremo le somme”. Il presidente calabrese lamenta alcune ingiustizie subite dai direttori di gara: “Il Crotone poteva avere qualche punto in più, abbiamo subito dei torti arbitrali che ci sono costati punti, ci prendiamo quello che ci hanno dato e continuiamo fiduciosi e agguerriti più di prima, perché noi questa serie A non la vogliamo mollare”.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.