Pro e contro: Mazzitelli, centrocampista muscolare di doppia fase

Se il Genoa riuscisse a prenderlo dal Sassuolo, sarebbe perfetto in un 4-2-3-1 andando a formare con Sandro uno scudo mediano a protezione della difesa

1275
Luca Mazzitelli (Foto tweet ufficiale Sassuolo)
Tentativo del Genoa per Luca Mazzitelli, centrocampista classe 1995 in forza al Sassuolo. Debutta in Serie A proprio contro i rossoblù il 18 maggio 2014 con la maglia della Roma, poi i prestiti nel Südtirol in Lega Pro e successivamente nel Brescia. Nell’estate 2015 il Sassuolo decide di puntare su di lui e se lo assicura per 3.5 milioni di euro.
Mazzitelli può giocare sia come centrale in un centrocampo a quattro, sia come mezzala in uno schieramento a tre. Alto 1,84 fa dell’esplosività muscolare il suo punto di forza e alle buone doti di incontrista coniuga la capacità di inserimento tipiche di un incursore. In Serie B con il Brescia di Boscaglia ha detto la sua anche in zona gol segnando 5 gol in 38 presenze, con il Sassuolo ha siglato la sua prima rete nel 2 a 2 casalingo contro il Napoli. In questa stagione ha collezionato 20 presenze e rimediato 4 cartellini gialli. Nel caso il Genoa riuscisse a strapparlo al club emiliano, sarebbe perfetto in un 4-2-3-1 andando a formare con Sandro uno scudo mediano a protezione della difesa.
Pro
* Può giocare come centrale o come mezzala. Utile sia in per un centrocampo a 4 che in uno a 3.
* Incontestata con discreta tecnica, può rendersi pericoloso in area avversaria con le sue incursioni.
* Giocatore di prospettiva nel giro dell’Under 21
* Grazie alla sua altezza può rappresentare una risorsa sui piazzati e nei contrasti aerei.
Contro
* Deve ancora trovare la continuità in Serie A
* Ottiene un riguardoso numero di cartellini gialli (quasi inevitabile per il ruolo in cui gioca) * Operazione complicata da realizzare a livello economico.
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.