GAZZETTA DELLO SPORT – La rischiosa scommessa di Preziosi

Scrive Andrea Schianchi: il presidente del Genoa ha rivoltato le squadre neanche fossero calzini e chiedendo ai suoi allenatori di adeguarsi a questo tourbillon di affari

19893
Preziosi Genoa
Enrico Preziosi, presidente del Genoa

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

In un corsivo sulla Gazzetta dello Sport, il collega Andrea Schianchi ha evidenziato la rischiosa scommessa del presidente del Genoa con le sue frenetiche campagne acquisti, paragonandola al Blackjack. «Enrico Preziosi, presidente del Genoa, negli ultimi anni – si legge sul quotidiano – ha sempre stupito durante le sessioni di mercato, vendendo e comprando con il ritmo forsennato di un mago della Borsa, rivoltando le sue squadre neanche fossero calzini e chiedendo in pratica ai suoi allenatori di adeguarsi a questo vertiginoso tourbillon di affari». I tecnici che sedevano in panchina in estate, sapevano già che avrebbero avuto in gennaio una rosa completamente diversa. «Tra il mercato estivo e quello invernale Preziosi ha messo insieme una cinquantina di operazioni: acquisti, cessioni, prestiti e via dicendo. e ha cambiato tre allenatori: Andreazzoli, Thiago Motta e, adesso, Davide Nicola. I risultati, però, dicono che tanto affannarsi è servito a poco perché il Grifo, oggi, è terzultimo in classifica e la retrocessione è un fantasma che agita le notti dei tifosi».  Ci sono però ancora sette partite per risalire la china: «A patto che l’interventismo in sede di trattative si trasformi adesso in energia sul campo. Sennò a che serve affannarsi tanto a comprare e vendere?» conclude Schianchi.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.