Gasperini: «A Bergamo per fare i tre punti»

Mancherano Ferrari e Motta squalificati, Biava e Mesto per infortunio

20
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Dopo la vittoria dei Grifoncini in Coppa Italia, «hanno dimostrato di essere un’ottima squadra anche dal punto di vista fisico» chiosa Gasperini che aggiunge: «Ho visto anche alcuni elementi, che dopo aver fatto un po’ di gavette nelle serie minori, possono essere pronti per il grande salto. Il settore giovanile del Genoa è come un terreno fertile coltivato molto bene. E’ naturale che qualche pianta buona venga fuori». Da oggi però tutti in casa rossoblù sono concentrati sulla sfida con l’Atalanta. Il tecnico del grifone è assai chiaro: «Domenica sarà una gara fondamentale per il nostro campionato ed è inutile nascondere che andremo per cercare la vittoria, sia per restare in corsa per il quarto posto, sia per mettere quasi la parola fine al discorso Uefa. Non sarà facile perché i bergamaschi in casa sono molto temibili». Quarta al momento è la Fiorentina che «dopo un periodo di crisi e di risultati abbastanza fortunati per il gioco espresso, è riuscita anche dopo la contestazione a rimettersi in carreggiata ed ultimamente sta giocando di nuovo bene». In città tutti pensano ancora alla vittoria nel derby, ma Gasperson spiega: «Dopo la doppia sconfitta nel derby abbiamo reagito molto bene ed adesso dobbiamo recuperare la carica nervosa. Le partite in questa fase della stagione sono molto difficili per tutti quanti, anche se la vittoria del derby ha messo qualcosa di concreto nella nostra stagione. Attualmente possiamo dire che la nostra è stata una stagione positiva, che però può diventare entusiasmante». Sull’Europa spiega: «Con due o tre punti siamo matematicamente in Europa, mentre per la Champions League è difficile fare qualche previsione». Sul mercato e su Milito ecco il pensiero del tecnico: «Ormai sono mesi e mesi che ci sono titoli e voci su Milito, ma di ufficiale non c’è nulla. E se comunque questi titoli caricano Diego come al derby, che ben vengano questi titoli». Per chiudere una riflessione sulle parole di Dainelli: «Dobbiamo essere bravi a non cadere nelle trappole. Sarà importante continuare sulla nostra strada visto che siamo consapevoli di aver fatto tutto al meglio». Per quello che riguarda la formazione appaiono probabili gli inserimenti di Sokratis e Modesto, con Criscito che arretrerà in difesa.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.